“Fare scuola con l’arte” di Miriam Iacomini, Marilena Muratori, Laura Nanni, Alessandra Nardon e Barbara Valli

“Fare scuola con l’arte” di Miriam Iacomini, Marilena Muratori, Laura Nanni, Alessandra Nardon e Barbara Valli
In libreria “Fare scuola con l’arte. Casa mia/casa tua. Il racconto di 5 percorsi didattici per insegnare l’accoglienza” (Dino Audino editore) di Miriam Iacomini, Marilena Muratori, Laura Nanni, Alessandra Nardon e Barbara Valli, a cura di Francesca Audino e Lucilla Musatti.

Il libro - con i contributi di Paola Arduini e Miriam Iacomini, Marilena Muratori, Laura Nanni, Alessandra Nardon, Barbara Valli - si presenta come il secondo volume di un progetto, rivolto a insegnanti e educatori, dedicato all’uso dei linguaggi espressivi a scuola, perché l’arte è un potente strumento di apprendimento e di integrazione sociale e perché l’insegnamento ha bisogno di continui stimoli per rinnovare strumenti e contenuti. La scommessa è quella di costruire uno spazio di confronto tra pratiche didattiche che singoli docenti applicano e reinventano nel loro quotidiano e che, attraverso lo scambio, possono diventare oggetto di una più ampia riflessione educativa.

Come il volume precedente, il titolo del libro è una coppia di parole antinomiche riguardante una problematica molto attuale che la scuola oggi non può evitare di affrontare: questa è casa mia o è casa tua?

Casa intesa nel significato geografico, storico e sociale più ampio: come luogo da cui provengo e a cui ritorno, come luogo in cui vivo la mia giornata, dove sperimento la solitudine o la relazione con gli altri. Casa-scuola, casa-paese, casa-città... Casa mia dove ti posso ospitare, casa tua dove vorrei essere accolto.

I grandi interrogativi a cui la pedagogia è chiamata a rispondere, oggi più che mai, riguardano la possibilità di convivere e condividere invitando a riflettere su ciò che ci rende uguali o diversi, su chi di noi è più forte e chi più debole.
 La ricchezza dei percorsi didattici raccontati in questo volume testimonia come parole fortemente significative possano essere affrontate in maniera creativa e differenziata dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado, e come dalla creazione di contesti linguistici, ludici e artistici possano nascere esperienze che appartengono a tutti, testimoniando così l’essenza più profonda di un incontro interculturale.

Miriam Iacomini, insegnante di scuola primaria, lavora da molti anni in contesti interculturali; Marilena Muratori, attrice e burattinaia, insegna nella scuola primaria; Laura Nanni, specializzata in metodologie e tecniche per l’apprendimento degli alunni con svantaggi psicofisici, insegna nella scuola primaria; Alessandra Nardon insegna Lettere nella scuola secondaria di primo grado; Barbara Valli, diplomata in Drammaturgia, insegna nella scuola primaria.

Fare scuola con l’arte. Casa mia/casa tua. Il racconto di 5 percorsi didattici per insegnare l’accoglienza (Dino Audino editore) di Miriam Iacomini, Marilena Muratori, Laura Nanni, Alessandra Nardon e Barbara Valli, a cura di Francesca Audino e Lucilla Musatti, pubblicato da Dino Audino editore (Roma) nella collana “Taccuini” è disponibile in libreria e online da aprile 2018.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Editoria

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.

Fotonews

Ultimo saluto a Raffaella Carrà

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI