Fiera dell’editoria Bobi Bazlen

Dal 17 al 19 dicembre si rinnova a Trieste, città mitteleuropea di storica tradizione letteraria che ha ispirato scrittori come Saba, Joyce e Svevo, l’appuntamento con la Fiera dell’editoria Bobi Bazlen. Fiera atipica, perché dedicata a quell’editoria, definita “di progetto”, che a prescindere dal proprio volume di affari lavora sulle idee e con le idee, la Bobi Bazlen riunirà anche quest’anno, nella splendida cornice dello storico caffè letterario San Marco, un manipolo di case editrici italiane e straniere.

 

Fiera_delleditoria_bazlenDal 17 al 19 dicembre si rinnova a Trieste, città mitteleuropea di storica tradizione letteraria che ha ispirato scrittori come Saba, Joyce e Svevo, l’appuntamento con la Fiera dell’editoria Bobi Bazlen. Fiera atipica, perché dedicata a quell’editoria, definita “di progetto”, che a prescindere dal proprio volume di affari lavora sulle idee e con le idee, la Bobi Bazlen riunirà anche quest’anno, nella splendida cornice dello storico caffè letterario San Marco, un manipolo di case editrici italiane e straniere.

Come Keller, editore di Rovereto (TN) che in Italia ha pubblicato “Il paese delle prugne verdi” del premio Nobel Herta Müller, o la Giuntina, l’unica casa editrice europea specializzata in cultura ebraica. Insieme a loro anche altri editori provenienti un po’ da tutt’Italia come Quodlibet, Vallecchi, Galleria Mazzoli, Edilazio, Zandonai, Nottetempo, Light-box, Mladika, Simone Volpato Studio Editoriale, Amos.

Da dietro i banchi disseminati all’interno del caffè San Marco ogni editore presenterà i propri libri e i propri autori, che saranno impegnati in incontri e letture pubbliche: tra gli ospiti il poeta e intellettuale Nanni Cagnone che presenterà, per Galleria Mazzoli, una superba versione dell' "Agamennone" di Eschilo e un suo nuovo libro di poesie, lo scrittore e insegnante modenese Ugo Cornia con le sue "Operette Ipotetiche" (Quodlibet), per la Giuntina Daniel Vogelmann, con l'agile libricino "Le migliori barzellette ebraiche".

Per Vallecchi verrà presentata dal curatore, Claudio Ongaro Haelterman, la prima traduzione italiana di "Adan Buenosayres", romanzo-chiave dell’opera di Leopoldo Marechal, capolavoro della letteratura argentina del Novecento.

Per Amos ci sarà il giornalista, scrittore, regista e traduttore Roberto Ferrucci (“Andate e ritorni”, “Terra rossa”), che parlerà anche della genesi del suo romanzo “Sentimenti sovversivi”, appena uscito in Francia per Meet in edizione bilingue italiano-francese. Sulle orme di Kapuscinki Keller presenterà l’edizione italiana del reportage letterario sulla Bosnia Erzegovina “Come se mangiassi pietre”, del giornalista polacco Wojciech Tochman. Alla traduttrice del libro, Marzena Borejczuk, verrà consegnato, in collaborazione con l'Università di Trieste, il primo premio alla traduzione "Bobi Bazlen".

In omaggio ai quasi 150 anni dalla nascita di Italo Svevo verrà inoltre presentato, per Simone Volpato Studio Bibliografico, “Favole”, in un’edizione a cura di Pietro Spirito con acquerelli di Ugo Pierri.

Non mancheranno tavole rotonde e approfondimenti: da segnalare quest’anno il focus sull’editoria slovena, che porterà a Trieste le piccole case editrici d’oltreconfine (Litterae Slovenicae, Apokalipsa, Annales) in collaborazione con lo Slovenski Club, e un incontro dedicato all'editoria dell'architettura, nell’ambito del quale Zandonai presenterà “MMX Architettura zona critica”, del gruppo di ricerca storico-critica GIZMO.

Ci sarà spazio anche per i bambini, con un appuntamento a loro dedicato: “La Pimpa alla Bazlen”, durante il quale Francesco Tullio Altan, il mitico fumettista e autore satirico, incontrerà e intratterrà i più piccoli.

Anche quest’anno la manifestazione si concentrerà su libri e autori partendo dagli editori, proponendosi innanzitutto come un momento di riflessione sul lavoro culturale dell’editore, sulla centralità del progetto editoriale e sulle sue potenzialità.


{{google}}
 
Pubblicato in Editoria

Fotonews

Camminare Roma a Spazio5

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI