In arrivo la nuova edizione di “Fast Writing”

Fast Writing - Scritti di rapida consumazione Fast Writing - Scritti di rapida consumazione
Torna “Fast Writing: Scritti di rapida consumazione”, l’iniziativa ideata e curata dalla scrittrice Leyla Khalil e promossa alla casa editrice indipendente romana Ensemble.

Menti “multitasking”, “smart food” e “smart city”, “glocal” contro “global” contro local, wireless e Wi-Fi, tag e hashtag, smaterializzazioni multiple e contemporanee, surrogati di cibi, stampa 3D di qualsiasi cosa, fluorescenze metropolitane e realtà aumentata: quale narrativa è possibile oggi? Anzi, esiste una narrativa in grado di descrivere tali realtà e di ambientare storie all’interno di esse?

“Fast Writing” è il tentativo di risposta a tale interrogativo. Può darsi che, come la maggior parte fra i migliori quesiti, anche questo sia destinato a rimanere insoluto. Ci definiscono nativi digitali, siamo qui per sfida e per gioco, per provare a smentire l’accusa fatta alla realtà liquida che ci ha partorito, di aver fatto appassire ogni possibilità di poesia. Per dare una possibilità poetica ai “non-luoghi”, per estrarre - più o meno come levatrici - le storie, tirarle fuori da meccanismi apparentemente inestricabili, trascinarle via dal parabolico vortice che le risucchia e le astrae, o entrandoci anche noi. Perché i fast-food, in un certo qual modo, sono una sorta di “roccaforti” in cui troviamo riparo ad ogni ora del giorno e della notte in ogni angolo del mondo, in cui tutti abbiamo diritto a un’ inconsistente bolla di anonima invisibilità. I “non luoghi” sono pronti ad accoglierci con fredda “democrazia” e questo è per noi sufficiente per sentirci sicuri. Effimeri e temporanei, rappresentano un covo di “miracoli” inaspettati, di incubi irreali come videogames, crudeltà aggrovigliate, insoddisfazioni sociali, drammi interiori scanditi da tempi brevi, suonerie, sveglie, rumori di fondo, allarmi che suonano, ticchettii e scadenze.

Siamo tutti lì, ci siamo stati almeno una volta. Qui vogliamo sederci e osservare la mancanza di ordine cronologico, la liquidità spaziale, l’interconnessione dello spazio-tempo, l’infinitamente astratto intrecciato con l’assolutamente concreto, la fisica quantistica e la teoria della relatività riflessi nel tavolo di un fast-food.

Il fast writing, fusione di realismo e magia, è un nuovo modo di raccontare la realtà: il surrealismo e il fantastico non sono più tali, in quanto li abbiamo sotto gli occhi ogni giorno; è la realtà stessa a rendersi magica e, pertanto, a perdere progressivamente la magia che possiede.

Gli scritti di “rapida consumazione”, già nella loro prima edizione, riportano questo: miracoli urbani che avvengono nel momento in cui non ci si crede più, ma da cui ci si lascia volontariamente affascinare. Perché ogni realtà può sorprendere e commuovere.

Anche le insegne fluo sospese nei “paradisi” capitalisti e i sorrisi di clown-mascotte e i distributori di cibo-spazzatura nascondono stratificazioni di vissuti disarmanti. Madri di famiglia, clochard, impiegati, neonati, disoccupati, migranti, studenti, ragazze promiscue, donne velate, scassinatori, scrittori frammisti a icone pop, immagini frammentate, colori fosforescenti, cibo surgelato, nomi stranieri - stranieri rispetto a dove? -, offerte del mese, estranianti schermate, hamburger preconfezionati, sorprese preconfezionate, forchette preconfezionate, uomini e donne preconfezionati e ritmi martellanti, quotidiane bizzarrie piante, automobili, aerei, pistole.

Gli scritti di rapida consumazione sono testi apolidi in cui “l’altrove” è ovunque e in nessun posto. Panino alla mano, carta e penna davanti, sguardo lontano.

La formula sarà la stessa della prima edizione: ognuno avrà la possibilità partecipare inviando (all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)  un racconto inedito, di lunghezza compresa fra le ottomila e le trentamila battute spazi inclusi (nell’oggetto è necessario scrivere “Fast Writing 2016”) indicando le proprie generalità 8nome, cognome, luogo e data di nascita) ed i recapiti (indirizzo e-mail e numero di telefono).

I testi dovranno essere inviati entro e non oltre venerdì 30 settembre 2016. I migliori usciranno in una raccolta curata da Leyla Khalil e che verrà pubblicata nel gennaio 2017.

Pubblicato in Editoria

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI