Io e Calliope. All'inizio era il Fotoromanzo...

Presso la Casa delle Letterature di Roma sarà inaugurato il 27 settembre il nuovo lavoro di Ileana Florescu, Io e Calliope. Utilizzando il formato e la tecnica di un genere popolare tutto italiano, il fotoromanzo, Florescu si racconta per "interposta persona" traducendo in immagini brani di dialoghi selezionati da capolavori della letteratura internazionale.  

 io-e-calliope

Presso la Casa delle Letterature di Roma sarà inaugurato il 27 settembre il nuovo lavoro di Ileana Florescu, Io e Calliope. Utilizzando il formato e la tecnica di un genere popolare tutto italiano, il fotoromanzo, Florescu si racconta per "interposta persona" traducendo in immagini brani di dialoghi selezionati da capolavori della letteratura internazionale.

“Io e Calliope” è quindi il diario visivo e letterario dell’artista fotografa Ileana Florescu che ripropone in formato di fotoromanzo - quasi una sceneggiatura pre-lumieristica - dodici capolavori della letteratura mondiale.
Usando il formato e la tecnica del fotoromanzo, Ileana Florescu ha tradotto in immagini brani di dialoghi selezionati ed estrapolati da dodici capolavori della letteratura italiana e straniera da Don Chisciotte a Delitto e Castigo, da L’educazione sentimentale a L’uomo senza qualità, da Padre padrone a La fattoria degli animali.
A metà tra il racconto autobiografico e la sua reinterpretazione fotoromanzata, la mostra presenta una serie di narrazioni a se stanti sviluppate nell’accordo armonico di parole e immagini: dodici “doppie pagine” tradotte in forma di light boxes trattano temi diversi e in continuo rimando dal personale all'universale e viceversa: l'amore, i conflitti interiori e generazionali, il bisogno d'ascolto, l'ipocrisia borghese, la censura e la dittatura,. Le foto sono state realizzate su set appositamente allestiti dall'autrice e coinvolgono luoghi reali e familiari (la casa di famiglia sull’Appia Antica conserva gli affreschi di Tatia Twombly (L’educazione sentimentale) così come una delle stube della collezione Franchetti (Il Maestro e Margherita); le dune di Posada in Sardegna simulano la scena tratta da Il piccolo principe; lo stazzu di Bastiano Pinna fa da sfondo a quella tratta da Padre padrone). Questi luoghi, non soltanto costituiscono le quinte dei diversi fotoromanzi, ma entrano nella narrazione di ogni “film statico” come ulteriori protagonisti, contribuendo a esaltarne l’atmosfera e a conferire singolarità ad ogni reinterpretazione del romanzo. Tanti ritratti che diventano un unico autoritratto in cui la fotografa, qui anche nel ruolo di sceneggiatrice, regista, costumista, scenografa e attrice, finisce per identificarsi nell’opera in un rapporto simbiotico tra vita, letteratura e arte.
In occasione della mostra sarà pubblicato il libro edito da Castelvecchi con testi di Maria Ida Gaeta, Russel Banks, Emanuela Nobile Mino.

BIOGRAFIA
Ileana Florescu nasce ad Asmara in Eritrea da madre italiana e da padre inglese di origine rumena. Dopo aver seguito la famiglia nei suoi numerosi spostamenti, giunge in Italia adolescente. Laureata in Lettere e filosofia è autrice di numerosi saggi su argomenti storici, sulla commedia dell’arte e sulle corti italiane del Rinascimento. Nel 2001 ha iniziato la sua carriera di fotografa e artista esponendo in numerose gallerie in Italia ed Europa.

 

Dal 27 settembre 2012 al 31 ottobre 2012 - Casa delle Letterature, Piazza dell’Orologio, 3 00186 Roma

Info: www.casadelleletterature.it

Pubblicato in Editoria

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI