La Dandini semina gli scrittori

Roma, 23 Maggio 2011 - Niente violenza, per carità: “I bulbi non devono essere forzati”. Ma tanta, rilassante filosofia: “Dopo aver seminato, bisogna saper aspettare”. Ecco Serena Dandini che non ti aspetti. Messa per una volta in un cassetto la politica, accantonate le grandi questioni sociali, la conduttrice e ideatrice di “Parla con me” e di altri programmi come “La tv delle ragazze” e “Avanzi” si concentra sul giardinaggio. Cioè sulla sua passione che è anche il tema del suo debutto come autrice con “Dai diamanti non nasce niente”, pubblicato dalla Rizzoli. 

serena_dandini_libro

Niente violenza, per carità: “I bulbi non devono essere forzati”. Ma tanta, rilassante filosofia: “Dopo aver seminato, bisogna saper aspettare”. Ecco Serena Dandini che non ti aspetti. Messa per una volta in un cassetto la politica, accantonate le grandi questioni sociali, la conduttrice e ideatrice di “Parla con me” e di altri programmi come “La tv delle ragazze” e “Avanzi” si concentra sul giardinaggio. Cioè sulla sua passione che è anche il tema del suo debutto come autrice con “Dai diamanti non nasce niente”, pubblicato dalla Rizzoli.
Serena Dandini presenta il libro da Fandango Incontro, in via dei Prefetti a Roma. E per una volta è lei a essere subissata di domande da un divertito Francesco Piccolo. Mentre lo scrittore è compiaciuto per il capovolgimento di ruoli, lei mostra imprevedibilmente una certa ansia. Francesco Piccolo non perde occasione per contrastarla, ammettendo il suo totale disinteresse per le piante, e per provocarla, fino al punto di inneggiare platealmente al cemento e allo smog.
Ma la Dandini non si perde d’animo, forte della rapida conquista addirittura della prima posizione nella classifica dei libri più venduti: è lei che semina gli scrittori (alcuni presenti in sala). Riesce a resistere alle frecciate, svelando anche il suo lato romantico. Si lamenta degli uomini che non regalano fiori o si limitano a comprare mazzetti piuttosto insignificanti e perdono così la possibilità di far “sciogliere” le donne. Rispondendo al folto pubblico (fra i presenti Giorgio Van Straten, Francesca Reggiani, Igor Skofic, Roberto Ippolito, Alessandro Rossi, Federica Scifola e Piero Galeotti), la Dandini dichiara poi che la rosa è il suo fiore preferito, mentre Piccolo spiega che sa riconoscere soltanto l’orchidea perché viene venduta confezionata in una scatola.
Alla rosa è dedicato l’undicesimo capitolo del libro anche se originariamente la conduttrice di “Parla con me” aveva pensato di non farlo viste le “tonnellate di pagine di letteratura a lei dedicate”. Ma “come si fa a ignorare questo miracolo della natura, la più sfrontata e sensuale delle piante, che sembra concepita proprio per farsi guardare?”. Ed ecco anche la citazione di Francis S.Fitzgerald che nel romanzo “Il grande Gatsby” scrive: “Mi piace vederti al mio tavolo, Nick. Mi ricordi una… rosa, una rosa assoluta”.
Di citazioni è pieno il libro. I ricordi personali s’intrecciano con la letteratura e con la passione verde. Ma non ci sono solo Gabriele D’Annunzio e Jorge Luis Borges. Ci sono anche i Pooh. E poi uno dei suoi “giardinieri preferiti” e cioè “Johnny Depp nel capolavoro di Tim Burton, <Edward mani di forbice>, un film di culto”.
Un vero e proprio collage di piante e personaggi, dunque. Con “Dai diamanti non nasce niente”, la Dandini scopre il piacere di scrivere e anche l’esistenza del mercato editoriale aperto contrariamente a quello televisivo più che limitato: “Se mi trovassi in difficoltà con un direttore, per esempio l’ex direttore generale della Rai Masi, non avrei un posto dove andare”. Quindi una battuta: “Comunque ora Masi si occupa di assicurazioni e ha già fatto aumentare il prezzo dell’assicurazione di Michele Santoro”.
Le prime righe del libro hanno cominciato a prendere corpo a giugno dell’anno scorso, quasi come una valvola di sfogo al termine di una stagione televisiva con pesanti pressioni politiche. Poi è venuto fuori l’accorato appello dell’ultima di copertina: “Davanzali di tutto il mondo unitevi”.
La Dandini best seller non esclude un bis. Ma Piccolo fa sapere: “Mi ha promesso che il prossimo libro non tratta di giardinaggio”. Una cosa tuttavia lo scrittore non riesce a ottenere: agitata alla prima uscita da autrice, la Dandini dice due volte no alla richiesta di leggere lei stesse alcuni passi del libro.

G. Currado - Agrpress © 2011

 


 

{{google}}

{jvslideshow}images/stories/gallerys/20110523_dandini/{/jvslideshow}

Pubblicato in Editoria
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Fotonews

Green pass, in migliaia a Roma contro l'obbligo

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI