“La diversità come ricchezza”, presentazione del libro di Canonica e Padoan

“La diversità come ricchezza”, presentazione del libro di Canonica e Padoan
La grande sfida dell’Europa sta nel riuscire a conciliare diversità e uguaglianza. Lo affermano, nel saggio “La diversità come ricchezza” Michele Canonica e Pier Carlo Padoan, attraverso un discorso concreto e non propagandistico.

Il volume sarà presentato a Roma, lunedì 12 maggio, alle ore 18, presso l’Aula 5 della Facoltà di Economia della Sapienza, in via del Castro Laurenziano 9, in presenza degli autori e del preside della Facoltà, Giuseppe Ciccarone. Il dibattito sarà condotto da Massimo Giannini - vicedirettore di Repubblica - e da Silvia Fedeli - direttore del Dipartimento di Economia e Diritto.

Questo saggio, edito da Einaudi, completamente privo di tecnicismi, nasce dalla collaborazione tra due personalità molto diverse: Michele Canonica, giornalista culturale di prestigio, e Pier Carlo Padoan, economista di valore, attuale ministro dell’Economia e delle Finanze, entrambi da sempre in prima linea sul fronte del dibattito europeo.

Più che mai d’attualità con le elezioni europee alle porte (22-25 maggio), il libro spiega i motivi per cui è giusto partecipare alle consultazioni per il parlamento di Strasburgo e contribuire in questo modo al rafforzamento della costruzione europea; ma anche a un suo energico "riposizionamento" su quegli obiettivi concreti che giustamente stanno a cuore alla gente comune, come la crescita dell’occupazione e del potere d’acquisto. In questo scenario, abbiamo chiesto a Michele Canonica:  quali sono dunque i motivi principali per cui un elettore dovrebbe aver fiducia nell’Europa e di conseguenza partecipare attivamente al voto?

«Non esiste in Europa una vera cultura continentale, mentre esistono solide culture nazionali, prosperate nei secoli attorno alle varie lingue», risponde il giornalista e presidente del Comitato di Parigi della Società Dante Alighieri. «Non esiste una leggenda europea comparabile a quella di Giovanna d’Arco per la Francia, o dei patrioti del Risorgimento per l’Italia. Non esiste una nitida immagine europea riconoscibile dai paesi terzi, mentre continuano ad esistere quelle della Germania, della Gran Bretagna, della Spagna... Ma c’è sicuramente, nella nostra epoca di globalizzazione dei mercati, la necessità di costruire una grande potenza economica che possa misurarsi e competere con gli Stati Uniti, con la Cina, con l’India... E c’è un patrimonio di valori etico-politici che l’Europa incarna, e che non debbono essere dispersi.»

Il libro vuol offrire argomenti a sostegno dell’Europa secondo una prospettiva nuova, più concreta di quella spesso propagandistica che negli ultimi decenni ha appesantito la discussione tra gli europeisti, in particolare italiani. Perché è così difficile scrivere una Costituzione europea che raccolga larghi consensi? «Alle critiche di chi non vuole alcun ridimensionamento delle varie sovranità nazionali, si aggiungono quelle "di destra" (no a un'Europa collettivista) e quelle "di sinistra" (no all'Europa delle banche)», spiega Canonica. «Inoltre, tutti ricordano che durante la laboriosissima stesura del testo poi accantonato si accese una furibonda discussione sull'opportunità di inserire nel preambolo le radici giudaico-cristiane del Vecchio continente. Alla fine, esse rimasero fuori, con il risultato di radicalizzare in senso anti-europeo molti cattolici francesi e protestanti olandesi».

Gli autori, com’è scritto nella quarta di copertina, «sono convinti che la costruzione europea potrà avere un futuro soltanto a condizione di difenderla in modo razionale, eliminando tutti i luoghi comuni - che hanno finito per renderla poco credibile - e mostrandone tutti gli elementi di gracilità».

Cristina Biordi 

Pubblicato in Editoria
Cristina Biordi

Giornalista professionista, documentarista, curatrice di mostre, appassionata ed esperta d’arte, cinema, teatro, letteratura, fotografia, enogastronomia, con 15 anni d’esperienza nel settore dell’energia e dell’ecologia. Ovvero: è terribilmente curiosa! Dalla Città Eterna si è trasferita nella Ville Lumière, dove è titolare dell’agenzia Labi communication, e come Joséphine Baker ha due amori: l’Italia e Paris. 

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI