“La gabbia di vetro” di Colin Wilson

“La gabbia di vetro” di Colin Wilson
In libreria dal 29 novembre 2018 il libro di Colin Wilson “La gabbia di vetro” Carbonio Editore).

«Tra i miei romanzi, probabilmente il mio preferito» (Colin Wilson)

«Un viaggio di iniziazione che somiglia a una discesa agli inferi dantesca» (Gillian Mary Hanson)

 «Colin Wilson, così come Stephen King, che a lui si ispira, svela i demoni che si nascondono sotto la superficie quotidiana delle cose»The National»); «Un thriller psicologico intelligente, dalla trama ingegnosa, ben costruita e mai superficiale. Si legge tutto d’un fiato» («The Observer»); «Colto e ammaliante... ben oltre il solito giallo» («Hollywood Reporter»); «Magnifico, avvincente» («Sunday Times»)

Dallo scrittore cult amato da Stephen King, per la prima volta in traduzione italiana La gabbia di vetro.

Un serial killer semina il panico a Londra. Dopo aver squartato le sue vittime, lascia delle misteriose scritte sui muri lungo il Tamigi: versi del poeta mistico William Blake. Qual è il motivo di tale inaudita ferocia? E quale significato recondito nascondono quei versi? Non rimane che chiedere aiuto al più grande esperto inglese di Blake: Damon Reade, un giovane studioso che vive isolato nel Lake District e che lascerà la tranquillità della campagna e dei suoi libri per immergersi nella pulsante Londra degli anni Sessanta in una bizzarra, entusiasmante caccia all’assassino…

Grazie alla sua versatile e sterminata cultura, Wilson gioca con ironia con i generi letterari. Omaggi a Stevenson e richiami a Jack lo Squartatore si mescolano con una frizzante atmosfera Free Cinema e Angry Young Men per dar vita a un brillante mystery metafisico, di cui Wilson è maestro indiscusso.

La gabbia di vetro- pubblicato nel 1966 con il titolo The Glass Cage: An Unconventional Detective Story- cattura con una trama avvincente, incuriosisce con i suoi intriganti enigmi filosofici, trabocca di un vitalismo pulsante e ci restituisce una Londra in pieno swinging, pullulante di cocktail e ricevimenti, popolata di pub, dopolavoro malfamati, club equivoci, in una corsa avvincente tra i vicoli dell’East End, a caccia del colpevole, ma anche di ciò che di misterioso e insondabile si cela sotto la normalità quotidiana.

Intellettuale poliedrico, narratore, saggista, studioso di esoterismo e dell’occulto, anticipatore di stili letterari e creatore di una sua personale filosofia esistenziale, Colin Wilson(1931-2013) è stato un autore molto prolific. Di famiglia proletaria, fu un giovane operaio squattrinato nella Londra degli anni Cinquanta. Vorace lettore fin da bambino e imperterrito oratore a Hyde Park Corner, a dargli la fama a soli 24 anni fu il suo primo audace saggio, L’outsider, scritto nella sala lettura del British Museum, che esordì la stessa settimana del maggio 1956 insieme a Ricorda con rabbiadi John Osborne. Annoverato tra i “Giovani arrabbiati”, Wilson fu consacrato come uno dei massimi scrittori anti-establishment della letteratura inglese. In seguito, mentre la sua fama veniva ingiustamente oscurata, mise al mondo 7 figli e una bibliografia sterminata di titoli che spaziano tra letteratura, psicologia, archeologia, magia e occultismo, Sci-Fi, paranormale, biografie di uomini eccezionali.

Fra i suoi titoli più noti ricordiamo Ritual in the Dark(1960), Man Without a Shadow: the Diary of an Existentialist (1963; in Italia Il diario sessuale di Gerard Sorme- 1965), The Mind Parasites

(1967), The Philosopher's Stone(1969), Beyond the Occult (1988);  l'autobiografico Dreaming to some purpose (2004; in Italia Oltre i sogni. Autobiografia di un outsider- 2017); Atlantis and the kingdom of the Neanderthals(2006); Crimes of passion: the thin line between love and Hate (2006); The Angry Years: the Rise and Fall of the Angry Young Men(2007); Comments on Boredom and Evolutionary humanism and the new psychology(2013).
La figura dell’“outsider”, il visionario incompreso che supera le barriere della superficialità perbenista - idea che sottende anche La gabbia di vetro - ha ispirato molti scrittori ed artisti, fra i quali David Bowie e, non ultimo, Stephen King, il quale, proprio in omaggio a Colin Wilson, intitola il suo nuovo romanzoThe Outsider.

La gabbia di vetrodi Colin Wilson, pubblicato da Carbonio Editore (Milano) nella collana “Cielo Stellato”, traduzione di Nicola Manuppelli, è disponibile in libreria e online da novembre 2018.

 

Pubblicato in Editoria

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI