Lo Straniero: il premio della rivista "arte, cultura, scienza e società" di Goffredo Fofi

Lo Straniero: il premio della rivista "arte, cultura, scienza e società" di Goffredo Fofi
Il Premio Lo Straniero verrà consegnato domenica 28 giugno alle 11 nell'ambito di Inequilibrio. Festival della nuova scena tra teatro e danza, presso Castello Pasquini Castiglioncello (LI). La rivista Lo Straniero, diretta da Goffredo Fofi, è pubblicata da Contrasto.

Lo Straniero è un premio decisamente diverso dagli altri, che i redattori e collaboratori della rivista di “arte, cultura, scienza e società”, Lo straniero di Goffredo Fofi, attribuiscono ogni anno, sin dal lontano 1992. Tra i premiati di questa edizione ci saranno Tullio Pericoli del quale il castello Pasquini ospiterà una mostra dal titolo Una storia di segni. Le incisioni di Tullio Pericoli (28 giugno- 23 agosto 2015), che s’inaugurerà domenica 28 giugno, alle 19  alla presenza dell’artista. Oltre a Pericoli, saranno premiati Vinicio Capossela, gli editori  Rosellina Archinto e Roberto Keller, i registi cinematografici Laura Bispuri e Saverio Costanzo,  Saverio La Ruina, Alba Rohrwacher, il critico cinematografico Paolo Mereghetti, lo scrittore Maurizio Torchio e, i No-Tav, ai quali andrà un premio come rappresentanti del movimento di disobbedienza civile forse più avanzato e certamente più radicale nell’Italia recente.

Il premio ha cambiato nome nel tempo, perché ha seguito le vicende delle riviste dirette da Goffredo Fofi, chiamandosi dapprima “Premio Linea d’ombra”, poi “Premio La terra vista dalla luna” e infine “Premio Lo straniero”. “Con questa ultima intestazione, racconta Goffredo Fofi, è nato nel 1997, e si è spostato, irrequieto e “straniero” per definizione, tra Sud e Nord, da Santa Cesarea Terme (Lecce) a Città di Castello (Perugia), da Roma a Napoli, da Santarcangelo di Romagna (Rimini) a Castiglioncello (Livorno), e quindi dalle rive dell’Adriatico a quelle del Tirreno anche se sempre all’interno di un grande festival teatrale. La vocazione dei collaboratori di Lo straniero è quella di non rispettare le barriere disciplinari. Ogni anno il riconoscimento va ad autori e gruppi spesso apprezzati soltanto dai “pochi ma buoni” per la qualità delle loro opere e dei loro interventi, delle loro azioni, siano essi saggisti o romanzieri, editori o giornalisti, registi cinematografici o gruppi teatrali, fumettisti o illustratori, pittori o fotografi, e infine gruppi di intervento sociale, pedagogico, culturale o religioso, nei loro specifici modi, testimoni rigorosi del proprio tempo. Se dapprima il premio puntava a far conoscere giovani talenti (e a sostenere la loro affermazione) e si chiamava per questo “Scommesse sul futuro”, prosegue Fofi, col tempo si è deciso di non considerare l’età dei premiati un criterio determinante, e si è cercato di richiamare l’attenzione su autori, opere e iniziative che se ne ritenessero degne, su personalità oneste e imprese alte, preferibilmente controcorrente, indipendentemente dalla loro età. Si sono segnalati in tal modo anche grandi nomi del nostro presente, e nomi di personalità non sufficientemente riconosciute dalla pigrizia, ottusità o ostracismo del sistema dell’informazione e dagli schieramenti intellettuali e politici.

Si è fatto forse qualche errore (di generosità) nei confronti di alcuni giovani artisti che non hanno mantenuto le promesse iniziali, ma chi in futuro volesse avere le giuste indicazioni su ciò che di meglio si è fatto in Italia tra la fine del Novecento e i primi lustri del Duemila, potrebbe trovare nell’elenco dei premiati di “Lo straniero” una guida significativa ai nomi e gruppi più validi e autentici che hanno agito all’interno di una società in mutazione, frastornata e manipolata. Fuori da ogni logica corporativa, da ogni opportunismo settoriale, da ogni combutta professionale, da ogni cordata politica. Lo stesso accadrà quest’anno, nell’ambiente ospitale e fraterno del festival teatrale di Castiglioncello.”

Sabato e domenica, giorno in cui sarà consegnato il Premio, sono in programma quattro incontri: Sabato alle 11, alla Limonaia,  si parlerà di Disobbedienza civile e grandi opere: l’esperienza dei no TAV al quale partecipa Luca Giunti (Commissione Tecnica dei No Tav), Luca Rastello (giornalista e scrittore) e coordina Enzo Ferrara. Sempre sabato alle 17  si parlerà de Il cinema italiano, quello vero partecipano Paolo Mereghetti (critico cinematografico), Laura Bispuri (regista)  Alba Rohrwacher(attrice), Saverio Costanzo (regista). Coordina Dario Zonta. Domenica alle 17 si parlerà di Teatro, musica, letteratura, esperienze radicali. Partecipano Vinicio Capossela (musicista e scrittore),  Maurizio Torchio (scrittore), Saverio La Ruina (drammaturgo, regista attore) e Goffredo Fofi .

La giuria sarà composta dai Presidenti Roberta Mozzanti, Rodolfo Sacchettini; dai Giurati Anna Antonelli, Anna Branchi, Goffredo Fofi, Nicola Lagioia, Alessandro Leogrande, Emilia Lodigiani, Luigi Manconi, Giulio Marcon, Alessandra Mauro, Emiliano Morreale, Fausta Orecchio, Simone Tonucci, Nicola Villa, Giovanni Zoppoli.

Pubblicato in Editoria

Fotonews

Paillettes sorridenti

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI