Ndrangheta made in Germany

Sabato 26 marzo, presso l’auditorium Diego Suraci della Piccola Opera Papa Giovanni, a Reggio Calabria  si discuterà  di “Come e perche’ la mafia calabrese e’ diventata la piu’ forte nel mondo. Il ruolo della societa’ civile e del volontariato”, nel corso di una tavola rotonda organizzata dal Centro servizi al volontariato dei due mari e da Libera.

ndranghetamadeingermanySabato 26 marzo, presso l’auditorium Diego Suraci della Piccola Opera Papa Giovanni, a Reggio Calabria  si discuterà  di “Come e perche’ la mafia calabrese e’ diventata la piu’ forte nel mondo. Il ruolo della societa’ civile e del volontariato”, nel corso di una tavola rotonda organizzata dal Centro servizi al volontariato dei due mari e da Libera.  Il convegno, introdotto dal presidente del Csv, Mario Nasone, sara’ anche occasione per discutere del libro “‘Ndrangheta made in Germany”, scritto a due mani dal parlamentare della commissione Antimafia Giuseppe Lumia e dal giornalista calabrese Orfeo Notaristefano. Saranno proprio gli stessi autori a parlare della spaventosa ascesa della ‘ndrangheta, capace di strutturarsi all’estero fino a penetrare pesantemente nel mondo della finanza mondiale. La discussione sara’ preceduta dalla proiezione di un video-documento intitolato “La ‘Ndrangheta made in Germany”.

L'incontro prevede anche l’intervento del procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone e quello di Debora Cartisano, dell’associazione Libera, familiari vittime della criminalita’ organizzata sul difficoltoso cammino di civilta’ che la lotta alle mafie rappresenta. 

Come ha rimarcato, Mario Nasone: “Si tratta di un appuntamento importante per ribadire il ruolo del volontariato che attraverso il proprio operare e’ da sempre portatore e promotore di valori di legalita’ e giustizia, rivestendo un ruolo centrale nell’azione sociale ed educativa di contrasto alla ‘ndrangheta, ruolo del quale deve assumere maggiore consapevolezza”.

 

 G. Currado - Agrpress ©

Pubblicato in Editoria
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI