Nel n. 34 di Elementi, il periodico del GSE, le ipotesi di sviluppo del settore energetico

Nel n. 34 di Elementi, il periodico del GSE, le ipotesi di sviluppo del settore energetico
L’ultimo numero di “Elementi” diretto da Romolo Paradiso (il n. 34), il periodico del GSE - Gestore dei Servizi Energetici, visibile sul sito www.gse.it, è dedicato alle prospettive di sviluppo  del settore energetico ipotizzate da esperti e rappresentanti di istituzioni pubbliche e private operanti nel settore.

Lo sviluppo del settore energetico, non solo di quello italiano, è incentrato sulla possibilità di produrre l’energia necessaria al fabbisogno dei cittadini e dell’industria al più basso costo possibile e riducendo al minimo l’impatto ambientale e le emissioni di CO2.

Nando Pasquali, Presidente e Ad del GSE, nell’editoriale, ritiene necessario puntare sull’efficienza e sulla green economy che possono giocare un ruolo di rilievo nelle future politiche energetiche europee.

Per Romolo Paradiso l’Italia può trovare il suo punto di forza, per affrontare le possibilità offerte dallo sviluppo del mercato cinese, nell’innovazione.

Sandro Gozi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, osserva che “nel settore energetico l’Europa ha dato prova di concretezza, pragmatismo e impegno per raggiungere una posizione ambiziosa e che è necessario credere nelle rinnovabili e nella necessità di attirare investimenti che possano portare occupazione e crescita economica”.

Anche Enrico Morando, Viceministro dell’Economia e delle Finanze, pensa che “per combattere la recessione dobbiamo attirare maggiori capitali dall’estero. L’economia globale funziona così. I capitali esteri, in quantità e qualità adeguata, sono una delle condizioni fondamentali per favorire la crescita”.

Gaetano Maccaferri, Vicepresidente di Confindustria, sottolinea che è necessario “predisporre una strategia di sviluppo che sappia coniugare l’implementazione delle nuove tecnologie con adeguate politiche industriali, affinché la green economy divenga un effettivo volano di crescita industriale per il manifatturiero italiano”.

Stefano Basseghini, Ad di RSE - Ricerca Sistema Energetico, illustra lo “Smartainability”, il progetto attuato per l’ EXPO di Milano per “misurare come e quanto una città possa risultare più sostenibile grazie all’impiego di tecnologie smart”.

Agostino Re Baudengo, Presidente Assorinnovabili, sostiene che, sullo sviluppo del mercato delle rinnovabili, “l’incertezza normativa e la burocrazia rallentano molto il processo. Se il trend rimarrà questo, anche gli investimenti nel fotovoltaico saranno abbastanza contenuti. Inevitabilmente si registrerà una contrazione di circa 10 mila posti di lavoro all’anno”.

Carlo Andrea Bollino, Presidente Aiee, alla domanda se le rinnovabili riusciranno a rispondere alle richieste di energia o resteranno dominanti le fonti fossili ritiene che “il principale nodo per il sistema energetico mondiale è come far fronte alla richiesta energetica proveniente dalle aree dove si fa ancora impiego di fonti fossili, in primis il carbone,  fonte energetica a basso costo, e come rendere edotto il consumatore finale sulla necessità di una conversione dei sistemi produttivi verso tecnologie a minor impatto emissivo”.

Simone Togni, Presidente ANEV, ritiene necessario incrementare la produzione dell’energia eolica in Italia perché “il superamento della dipendenza energetica dalle fonti fossili ci consentirebbe anche di svincolarci dei rischi geopolitici che ciclicamente ci mettono in difficoltà dal punto di vista degli approvvigionamenti”.

Alberto Clò,  economista esperto di energia, spiega le cause alla base dell’attuale caduta del prezzo del petrolio dovuta ad “eccesso di offerta, capacità inutilizzata e sofferenza per le imprese”.

Pietro Cavanna, Presidente settore idrocarburi di Assomineraria, si sofferma sul ruolo della ricerca e dell’innovazione nel settore degli idrocarburi.

Piero Gattoni, Presidente del Consorzio italiano biogas, evidenzia l’importanza dell’integrazione tra aziende agricole e imprese energetiche nel biogas.

Massimiliano Dona, Segretario Generale dell’Unione Nazionale Consumatori, sostiene che la liberalizzazione del mercato energetico è monca, “è un percorso ancora a metà strada e molto resta da fare”.

Liliana Fracassi pone l’accento sulla flessibilità e sull’efficienza del “biometano” e Mannino Bordet, Membro del Consiglio direttivo del Comitato ETS, si sofferma sugli obblighi di compensazioni nei processi di riduzione delle emissioni.

Cesare Boffa, Presidente della Federazione italiana per l’uso razionale dell’energia, analizza i vantaggi che possono derivare “dall’efficienza energetica”.

Per Sergio Castellari, fisico e climatologo, è necessario “sviluppare le fonti rinnovabili per stabilizzare le emissioni e per scongiurare cambiamenti climatici irreversibili”.

Completano il numero 34 di “Elementi” una conversazione di Romolo Paradiso sui temi dell’uomo, della comunità aziendale, della società e della cultura con Laura Olivetti, figlia di Adriano per la quale il cuore di ogni Comunità è “verità, giustizia, bellezza e amore”; lo “Speciale” sul ruolo dei sistemi di accumulo nell’evoluzione e nella gestione in sicurezza del sistema elettrico italiano; il “Punto” di Jacopo Giliberto sui possibili nuovi scenari del settore energetico nazionale e le rubriche: “Elementi normativi”, che riporta i più importanti provvedimenti in materia energetica; “Il Mondo di Corrente”, che evidenzia le aziende italiane emergenti distintesi nell’ambito della ricerca e dello sviluppo del sistema delle fonti rinnovabili; “Bizzarre energie” a cura di Sallie Sangallo; “Biblioteca”, “Mondo Piccolo”, “Filo di Nota” e “E+” di Mauro De Vincentiis e “Copertina”, a cura di Vittorio Esposito, dedicata ad un’opera (il mosaico “Omaggio a Klee”) dell’artista siciliana Maria Angela Donato.

 

 

Pubblicato in Editoria
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI