Omaggio a Pier Paolo Pasolini a Rebibbia

la targa dedicata a Pier Paolo Pasolini in via Giovanni Tagliere, a Roma la targa dedicata a Pier Paolo Pasolini in via Giovanni Tagliere, a Roma
In fuga dal Friuli, poco dopo il suo arrivo a Roma (nel gennaio 1950), Pier Paolo Pasolini abitò con la madre in via Giovanni Tagliere 3, al primo piano di una palazzina popolare in zona Ponte Mammolo nel quartiere di Rebibbia, all’epoca estrema periferia della città.

Un appartamento minuscolo (quaranta metri quadri) in cui il grande scrittore, saggista, giornalista, regista, poeta ed intellettuale friulano visse fino dal 1951 al 1953 e da dove usciva ogni giorno per recarsi a insegnare materie letterarie alla scuola media «Francesco Petrarca» a Ciampino (fra i suoi allievi, anche il futuro scrittore e sceneggiatore Vincenzo Cerami).

Tuttavia, sia pur in quelle condizioni di miseria e sofferenza, furono concepiti i personaggi di Riccetto, Caciotta, Genesio, Marcello, poi consegnati alle pagine del romanzo Ragazzi di vita (Garzanti, Milano 1955).

«Povero come un gatto del Colosseo, vivevo in una borgata tutta calce e polverone», scrisse il poeta di Casarsa della Delizia (PN) nella poesia Il pianto della scavatrice. E ancora: «Ah giorni di Rebibbia […] mite, violento rivoluzionario nel cuore e nella lingua. Un uomo fioriva».

Nel corso degli anni sono caduti nel vuoto i vari progetti capitolini che miravano a trasformare la prima casa romana dello scrittore in un luogo della memoria e in un centro per iniziative ed incontri.

E ora, se non ci fosse una targa commemorativa apposta nei pressi, ben poche persone si ricorderebbero che lì abitò Pasolini e lì sarebbe “fiorito”, anche a contatto con i poveri e i diseredati della città

Ci pensa tuttavia il parroco del quartiere, don Giuseppe Raciti, a rinverdire quel ricordo e, insieme a numerose associazioni locali, a promuovere un tassello di dedica al poeta all’interno della tradizionale Festa di San Gelasio di fine settembre.

Nel 2017 l’omaggio cadrà venerdì 29 settembre e, anche con il patrocinio del Centro Studi “Pier Paolo Pasolini” di Casarsa, che verrà rappresentato dal suo direttore Angela Felice, prevede un variegato programma sul palco di via Gina Mazza: alle 17, una passerella di poesia, coordinata da Francesca Farina; alle 19.30, una breve lezione sul cinema di Pier Paolo Pasolini, regista di Accattone (1961), tenuta da Marco Masolin; infine, alle ore 20, un momento teatrale curato da Alessio De Caprio, attore-autore uscito dall’Accademia d’Arte Drammatica "Silvio D’Amico" di Roma, il quale proporrà il reading Donna, ecco tuo figlio, incentrato in particolare sui legami fra Pasolini ed il mondo femminile e sulle suggestioni poetiche che ne ricavò.

Senza dubbio un’iniziativa sincera, in un quartiere particolare e in mezzo all’«umile Italia», che Pasolini avrebbe amato.

Pubblicato in Editoria

Fotonews

Quentin Tarantino alla Festa del Cinema di Roma

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI