Premio Strega, classico contemporaneo

La Fondazione Bellonci e la Fondazione Musica per Roma presentano la rassegna "Premio Strega: classico contemporaneo": quattro incontri al Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica, in viale Pietro De Coubertin 30, che prenderanno il via domenica 3 marzo.

Raffaele-La-Capria-ferito-a-morte

La Fondazione Bellonci e la Fondazione Musica per Roma presentano la rassegna "Premio Strega: classico contemporaneo": quattro incontri al Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica, in viale Pietro De Coubertin 30, che prenderanno il via domenica 3 marzo.

Per celebrare la storia e la continuità del premio che più di ogni altro dal Dopoguerra a oggi ha contribuito a creare un pubblico di lettori per la narrativa. Aspettando l’edizione 2013. Sono quattro grandi partiture letterarie, quelle con cui – dal 3 marzo fino al 12 maggio (ore 11, ingresso 5 euro) – si confronteranno i vincitori dello Strega Sandro Veronesi, Ernesto Ferrero, Paolo Giordano e Ugo Riccarelli. Che rileggeranno capolavori del Novecento tratti dall’albo d’oro del premio, capaci di incantare generazioni trasversali di lettori. In un dialogo originale in cui le categorie di “classico” e “contemporaneo” si rifletteranno l’una sull’altra. Facendo rivivere le pagine del passato di luce nuova, e offrendo uno sguardo inedito sul presente. Sarà Sandro Veronesi, vincitore dello Strega 2006 con Caos calmo (Bompiani), a inaugurare la rassegna domenica 3 marzo alle 11 con la rilettura di Ferito a morte di Raffaele La Capria (nella foto in alto di Carlo Riccardi), Premio Strega nel 1961. Un incontro che è anche la riflessione sull’imprevedibilità della vita che irrompe in una giornata qualunque. E che si rivela “ciò che ci accade mentre ci occupiamo d’altro”. Domenica 24 marzo, alle 11, Ernesto Ferrero, Premio Strega nel 2000 con N (Einaudi), affronterà la delicata materia trattata da Natalia Ginzburg in Lessico famigliare, cinquant’anni dopo la sua pubblicazione e la vittoria al premio: l’autore che aveva raccontato i trecento giorni di Napoleone all’isola d’Elba visti attraverso gli occhi di un letterato che cerca di decifrarne il mistero, si confronterà con la vita quotidiana della famiglia Levi. Tra fascismo, persecuzioni e fine delle illusioni della Resistenza. La bella estate di Cesare Pavese (1950) sarà al centro delle riflessioni di Paolo Giordano, vincitore dello Strega nel 2008 con La solitudine dei numeri primi (Mondadori), domenica 14 aprile. Per analizzare, con due sguardi diversi e speculari, il mistero dell’adolescenza e la lotta, dolorosa, per diventare grandi. Sarà Ugo Riccarelli, Strega 2004 con Il dolore perfetto (Mondadori), a chiudere la rassegna domenica 12 maggio rileggendo La chimera di Sebastiano Vassalli e la tragica vicenda di Antonia, strega di Zardino, in un villaggio cancellato dalla storia.

Pubblicato in Editoria

Fotonews

Carlo Verdone sul Red Carpet di RomaFF

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI