Stephan Oswald presenta a Roma gli 'Epigrammi Veneziani' di Goethe

Andy Warhol: J.W. Goethe, serigrafia, 1982, Casa di Goethe Andy Warhol: J.W. Goethe, serigrafia, 1982, Casa di Goethe
Venerdì 15 gennaio alle ore 18,30 a Roma nella Casa di Goethe in Via del Corso 18, si svolgerà un incontro, moderato da Maria Gazzetti, con Stephan Oswald che presenterà il suo libro “Epigrammi Veneziani”, una delle opere meno studiate di Goethe, perché provocarono incomprensione e rifiuto da parte del pubblico e della critica.

Negli “Epigrammi Veneziani”, scritti nel 1790 durante il secondo viaggio italiano a Venezia, Goethe, nel celebrare la sua relazione amorosa con Christiane Vulpius, affronta argomenti “sensibili” come religione, politica, sessualità, formulando opinioni decisamente poco ortodosse, che mal si conciliano con i suoi consueti convincimenti e con l’idea del grande poeta coltivata dalla critica.

La freddezza con la quale gli epigrammi furono accolti è dovuta in buona parte ad un malinteso. Goethe assume a modello il poeta latino Marziale, famigerato per le sue poesie irriverenti. Ignorando tale riferimento, gli “Epigrammi” furono letti erroneamente come confessioni autobiografiche del poeta, destando scandalo per la radicalità e per la cinica spregiudicatezza di molte delle poesie.

Una volta superato questo fraintendimento, il ciclo degli “Epigrammi Veneziani” offre la di scoprire aspetti letterari inediti, che congiungono il distico, forma poetica classica per eccellenza, con osservazioni ed immagini di sorprendente modernità.

Dopo essersi laureato in Germanistica all’Università di Münster, Stephan Oswald ha insegnato lingua e letteratura tedesca presso vari Atenei italiani, tra cui l’Istituto Universitario Orientale di Napoli e Ca’ Foscari di Venezia. Per dieci anni è stato vice-direttore dell’Istituto di Cultura Germanica a Bologna. Dal 2003 insegna letteratura tedesca all’Università di Parma.

Pubblicato in Editoria
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Fotonews

G20 Cultura a Roma

Archivio Riccardi - L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri alle scuole del Lazio

  • L'Europa unita e i suoi protagonisti. 400 libri a scuole e biblioteche del Lazio Inviati 400 libri dell’Istituto Quinta Dimensione a scuole e biblioteche del Lazio per il progetto fotografico “L’Europa unita e i…

L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome

  • L'Archivio Riccardi al meeting dell'American Women's Association of Rome Si è svolta nella fantastica terrazza dell'Hotel Babuino 181, il meeting generale di ottobre dell'American Women's Association of Rome (AWAR).

Premio Bronzi di Riace - Maurizio Riccardi insignito del titolo di "Guerriero"

  • A Maurizio Riccardi il prestigioso Premio Bronzi di Riace Maurizio Riccardi, direttore di AGRpress e dell'Agenzia AGR è stato insignito del titolo di "Guerriero" dall’Associazione Turistica Pro-Loco Città di Reggio Calabria, nel corso dell'evento…

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI