Euroartphoto: 28 fotografi contemporanei dai 28 paesi dell’Unione Europea 

Euroartphoto: 28 fotografi contemporanei dai 28 paesi dell’Unione Europea 
Dal 7 al 30 settembre 2015 il Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, dell’ Università La Sapienza di Roma, ospita Euroartphoto, una mostra di fotografie non commerciale, a cura di Renata Tartufoli, che riunisce 28 fotografi contemporanei dai 28 Paesi dell’Unione Europea, ognuno con una sola opera.

Dopo una prima presentazione con la partecipazione della  Città di Milano e dell’Unione Europea, al Palazzo delle Stelline, dal 23 settembre al 29 ottobre 2014, la mostra Euroartphoto sarà a Roma. Nel corso del 2014 gli artisti sono stati invitati a partecipare alla mostra dopo essere stati scelti sui consigli e pareri di specialisti in arte e eventi culturali. Gli espositori sono dunque dei professionisti confermati. La generazione non è stata presa in considerazione come neppure la parità dei generi, anche se può sembrare il caso. Sono soprattutto le fotografie ad essere state scelte, quelle che dimostrano un impegno prospettico e corrispondente a una attualità della ricerca.  Sono state privilegiate le fotografie che “sollevano questioni” e, nella misura del possibile, che si allontanano dal carattere documentario e testimoniale della tradizione fotografica.

Il proposito di Euroartphoto è di contribuire, con numerosi altri eventi e studi nel campo della fotografia, alla ricerca artistica. Possiamo distinguere delle forti singolarità nella mostra, ma attenuate da una comune cultura fotografica, per cui un’opera è più o meno impregnata da quella degli altri.  Ci sembra che si sprigioni tuttavia dall’insieme  una coerenza che è  anche la risultante dei criteri di scelta delle opere. Euroartphoto  è anche la metafora di un’idea forte di solidarietà che s’iscrive al di là delle differenze culturali. Il ravvicinamento di 28 opere è già motivo di curiosità. Si pensa allora alle conseguenze della storia, dell’educazione e degli eventi che attraversano l’ambiente degli artisti,  siano questi sedentari o viaggiatori.

Artisti espositori

Austria: Amelie Zadeh. Belgio: Marine Dricot. Bulgaria: Eugenia Maximova. Cipro: Marianna Constanti. Croazia: Mario Pucic. Danimarca: Soren Lose.  Estonia: Paco Ulman. Finlandia: KirsiMarja Metsähuone. Francia: Damien Darchambeau. Germania: Sandra Birke. Grecia: Myrto Papadopoulos.  Irlanda: Shane Lynam. Italia: Alessandro Dandini de Sylva. Lettonia: Alnis Stakle. Lituania: Mindaugas Ažušilis. Lussemburgo: Justine Blau. Malta: Darrin Zammit Lupi. Paesi Bassi: Anoek Steketee. Polonia: Pawel Fabjanski. Portogallo: Nana Sousa Dias. Regno Unito: Martin Newth. Repubblica Ceca: Petra Mala Miller. Romania: Vlad Eftenie. Slovacchia: Jan Kekeli. Slovenia: Katra Petricek. Spagna: Lola Guerrera. Svezia: Andreas Kauppi. Ungheria: Gabor Kasza.

L’obiettivo del Museo Laboratorio di Arte Contemporanea è proteggere, studiare, valorizzare e promuovere l’arte contemporanea, considerata sotto molteplici forme, visiva, letteraria, plastica, musicale, teatrale, cinematografica e architettonica. In questa cornice il Museo non si rivolge soltanto agli studenti, ai ricercatori e agli specialisti, ma anche agli stessi artisti, come a un pubblico più largo, in vista di una apertura sempre più vasta e strutturata verso l’esterno, con particolare referenza ad altre installazioni simili a livello nazionale e internazionale. Il MLAC è attualmente sotto la direzione di Giuseppe di Giacomo, docente di Estetica all’Università di Roma La Sapienza e in particolare, di Filosofia,  Storia dell’Arte e Letteratura italiana. Il MLAC si presenta prima di tutto come uno spazio destinato alla sperimentazione e al dibattito pubblico, come un luogo che è constitutivamente aperto alla discussione e, quindi, alla problematica della realtà, delle pratiche, delle esperienze e dei modelli culturali.

Pubblicato in Fotografia

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI