Luigi Ghirri. Pensare per immagini, al MAXXI dal 24 aprile al 27 ottobre

Oltre 300 scatti, soprattutto vintage prints, in una grande antologica per raccontare un maestro indiscusso della fotografia in Italia: è la mostra Luigi Ghirri. Pensare per immagini, al MAXXI dal 24 aprile al 27 ottobre 2013, organizzata dal MAXXI Architettura diretto da Margherita Guccione e curata da Francesca Fabiani, Laura Gasparini e Giuliano Sergio.

12.-Bologna-1987--ghirri

Oltre 300 scatti, soprattutto vintage prints, in una grande antologica per raccontare un maestro indiscusso della fotografia in Italia: è la mostra Luigi Ghirri. Pensare per immagini, al MAXXI dal 24 aprile al 27 ottobre 2013, organizzata dal MAXXI Architettura diretto da Margherita Guccione e curata da Francesca Fabiani, Laura Gasparini e Giuliano Sergio.

Nata dalla collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e la Biblioteca Panizzi, che custodisce molti dei documenti originali del suo archivio (fotografie, menabò, libri, cataloghi e negativi), la mostra racconta i diversi profili di questa complessa e poliedrica figura di artista.

“Il MAXXI è un hub per la cultura, aperto a ogni forma di linguaggio: design, fotografia, moda, cinema, danza. Dice Giovanna Melandri Presidente Fondazione MAXXI. Con questa mostra, di cui sono particolarmente soddisfatta, rendiamo omaggio a uno dei più grandi e complessi autori italiani celebrato in tutto il mondo.

Per questo progetto il MAXXI ha lavorato con la Biblioteca Panizzi e con il Comune di Reggio Emilia, ha collaborato con l’Archivio degli Eredi Ghirri e ottenuto prestigiosi prestiti dallo CSAC di Parma, l’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma e altri collezionisti privati. Questa rete culturale è uno dei punti fermi della missione del museo”.

"Con l'esposizione dedicata a Luigi Ghirri il Museo consolida ed esplicita la propria vocazione a riconoscere e intercettare le forme più dense e originali dell'espressione artistica, dalla metà del secolo scorso al presente -dice Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura- In questo senso Ghirri è a tutti gli effetti un innovatore, uno sperimentatore che ha inventato un modo nuovo di intendere la fotografia e di guardare il paesaggio contemporaneo".

Luigi Ghirri. Pensare per immagini è un percorso nell’opera del fotografo emiliano (1943-1992) attraverso i suoi inconfondibili scatti ma anche menabò di cataloghi, libri della sua biblioteca privata, riviste, recensioni, collezioni di fotografie anonime, cartoline e dischi, per raccontare la sua collaborazione con gli artisti concettuali degli anni Settanta, i suoi riferimenti culturali e artistici, il suo interesse per la musica e i suoi rapporti con musicisti come i CCCP e Lucio Dalla. Un Ghirri non solo fotografo, ma anche editore, curatore, teorico e animatore culturale, in costante dialogo con architetti, musicisti, scrittori e artisti.

Dopo il MAXXI la mostra sarà ospitata in altre sedi museali tra cui, nel maggio 2014, presso la prestigiosa sede dei Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia, durante il Festival Fotografia Europea.

Alla conferenza stampa della mostra sono intervenuti Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI; Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura,;Graziano Delrio, Sindaco di Reggio Emilia; Giovanni Catellani, Assessore alla Cultura del Comune di Reggio Emilia; Massimo Mezzetti, Assessore alla Cultura della Regione Emilia Romagna; Giordano Gasparini, Direttore Biblioteca Panizzi;i curatori della mostra Francesca Fabiani, Laura Gasparini e Giuliano Sergio.

Foto Monica Palermo © 

  • Massimo Mezzetti - 28
  • Autore: Monica Palermo
  • Giuliano Sergio - 11
  • Autore: Monica Palermo

Pubblicato in Fotografia

Fotonews

Festa dell'Europa 2022

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI