Mostre di fotografi contemporanei all’Università La Sapienza di Roma

Sandra Birke: Harsewinkel, serie “Taken landscapes” Sandra Birke: Harsewinkel, serie “Taken landscapes” “euroartphoto”
Allestite due mostre fotografiche presso Università La Sapienza: “Ossessione dello sguardo”, un omaggio a Italo Calvino, ed “euroartphoto” le opere di 28 fotografi contemporanei. Visitabili fino al 30 settembre.

Nell’ambito delle attività di protezione, studio, valorizzazione e promozione dell’arte contemporanea considerata nelle sue molteplici forme (visiva, letteraria, plastica, musicale, teatrale, cinematografica e architettonica) svolte dal Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma (Piazzale Aldo Moro 5), diretto da Giuseppe di Giacomo, docente di Estetica all’Università La Sapienza, in particolare di Filosofia, Storia dell’Arte e Letteratura Italiana, sono state allestite al suo interno, a cura di Renata Tartufoli, due mostre fotografiche che resteranno aperte al pubblico fino al 30 settembre con orario, dal lunedì al venerdì,  dalle 10 alle 19.

La prima, “Ossessione dello sguardo” sul tema di Italo Calvino e la fotografia, è un omaggio allo scrittore. “Il proposito della mostra non è quello di mettere in relazione l’opera di Italo Calvino con dei fotografi  per tentare d’illustrane il contenuto, non è un tentativo d’accordare questi due medium, di metterli in armonia, ma di offrire alla riflessione dei visitatori una varierà  di fotografie, appartenenti a dei generi differenti, partendo dal punto di vista calviniano sull’arte visiva e il posto ambiguo che l’autore di ‘L’avventura di un fotografo’ accorda alla fotografia in particolare nel campo artistico”. Per chiarire questa relazione i curatori si sono rivolti a degli specialisti i cui testi figurano nel catalogo, complemento che si può consultare su internet, “Ossessione dello sguardo.com”. La mostra “indica a che punto la soggettività e l’oggettività  fotografiche siano mischiate e si fondano  che si tratti d’arte o di scienza, raggiungendo così il proposito letterario di Calvino che ha così bene accordato immaginario e realtà”.

Alla manifestazione, allestita sotto l’alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio della Regione Lazio e di Roma Capitale, hanno aderito la Médiathèque de l’architecture et du patrimoine, il Centre National de la Recherche Scientifique, Cnrs Images e l’Institut Pasteur di Parigi e l’École Française de Rome, Archives archéologiques.

In esposizione fotografie artistiche di Eugène Atget, Bernard Plossu e Damien Darchambeau e fotografie scientifiche degli archivi Cnrs Images e Institut Pasteur di Parigi e dell’École Française de Rome.

La seconda raccoglie sotto il titoloeuroartphoto” le opere di 28 fotografi contemporanei, ognuno presente con una sola opera, provenienti dai 28 Paesi dell’Unione Europea. Sono foto di professionisti, invitati a partecipare dopo essere stati scelti, nel 2014, su consiglio e parere di specialisti in arte e eventi culturali, selezionate tra quelle che dimostrano un impegno prospettico e corrispondente a una attualità della ricerca.  Sono state privilegiate le fotografie che “sollevano questioni” e, nella misura del possibile, che si allontanano dal carattere documentario e testimoniale della tradizione fotografica.

Alla mostra partecipano i fotografi: Amelie Zadeh (Austria), Marine Dricot (Belgio), Eugenia Maximova (Bulgaria), Marianna Constanti (Cipro),  Mario Pucic (Croazia), Soren Lose (Danimarca), Paco Ulman (Estonia),  KirsiMarja Metsähuone (Finlandia), Damien Darchambeau (Francia), Sandra Birke (Germania), Myrto Papadopoulos (Grecia), Shane Lynam (Irlanda), Alessandro Dandini de Sylva (Italia), Alnis Stakle (Lettonia), Mindaugas Ažušilis (Lituania), Justine Blau (Lussemburgo), Darrin Zammit Lupi (Malta), Anoek Steketee (Paesi Bassi), Pawel Fabjanski (Polonia), Nana Sousa Dias (Portogallo), Martin Newth (Regno Unito), Petra Mala Miller (Repubblica Ceca), Vlad Eftenie (Romania), Jan Kekeli (Slovacchia), Katra Petricek (Slovenia), Lola Guerrera (Spagna), Andreas Kauppi (Svezia) e Gabor Kasza (Ungheria).

L’esposizione è accompagnata da un Catalogo Symposium sulla ricerca fotografica, con testi di specialisti, che sarà diffuso online. 

 

 

 

 

Pubblicato in Fotografia
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Fotonews

Manifestazione contro le botticelle a Roma

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.