Stampa questa pagina

Roma, i black bloc rubano la piazza agli indignados

Una Capitale blindata accoglie il corteo dei "draghi ribelli" partito poco prima delle 14: in campo 1500 uomini delle forze dell'ordine. Un gruppo di 200 persone con il volto coperto ha preso di mira vetrine e auto in via Cavour, ma decine di manifestanti si sono uniti a polizia, carabinieri e guardia di finanza nel tentativo di fermare i black bloc, responsabili dei disordini avvenuti nel centro di Roma.

indignados-black-block

Una Capitale blindata accoglie il corteo dei "draghi ribelli" partito poco prima delle 14: in campo 1500 uomini delle forze dell'ordine. Un gruppo di 200 persone con il volto coperto ha preso di mira vetrine e auto in via Cavour, ma decine di manifestanti si sono uniti a polizia, carabinieri e guardia di finanza nel tentativo di fermare i black bloc, responsabili dei disordini avvenuti nel centro di Roma.

Una manifestazione pacifica tradita dalla follia di pochi. I violenti, che si sono scagliati contro banche, negozi, uffici e automobili, portando distruzione e paura, hanno anche lanciato bombe incendiarie tra la folla. Due le persone rimaste ferite in modo grave negli incidenti di oggi, una di queste è un agente di polizia.

Venuto a conoscenza degli scontri romani, il governatore di Bankitalia e prossimo presidente della Bce, Mario Draghi, ha commentato: "Un gran peccato". Draghi poche ore fa aveva infatti espresso la propria solidarietà ai giovani Indignados: " "Se siamo arrabbiati noi per la crisi -aveva affermato- figuriamoci loro che sono giovani, che hanno venti o trent'anni e sono senza prospettive".

 G. Currado - Agrpress ©

Clicca sulle foto per visionare la galleria completa

  • Corteo Indignati Roma 15 Ottobre - 01
  • Autore: G. Currado © Agrpress.it
  • Corteo Indignati Roma 15 Ottobre - 02
  • Autore: G. Currado © Agrpress.it

Pubblicato in Attualità
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI