Stampa questa pagina

Ripercorrendo la Dolce Vita...

  L’Italia della Dolce Vita: un libro e una mostra celebrano la favola bella, il sogno di un orizzonte tutto rosa sfumato in un lampo, come racconta Oscar Iarussi in «C’era una volta il futuro».

Vittorio-Gassman-Annette-Stroyberg-a-via-Veneto

 

L’Italia della Dolce Vita: un libro e una mostra celebrano la favola bella, il sogno di un orizzonte tutto rosa sfumato in un lampo, come racconta Oscar Iarussi in «C’era una volta il futuro» (il Mulino).

Il libro presentato giovedì 12 da Fandango Incontro (via dei Prefetti 22) dall’autore, critico cinematografico, e da Giancarlo De Cataldo, Domenico Procacci e Sergio Rubini. «Simbolo del vitalismo euforico dell’Italia del miracolo economico - scrive Iarussi - il capolavoro di Fellini è un repertorio dei tic e delle zone d’ombra di quell’esplosiva fame di futuro. Ci parla, a ben vedere, della realtà di oggi, di un’Italia grottescamente più felliniana di Fellini, avvitata nella cupa sensazione di avere un grande futuro dietro le spalle».
E sempre la Dolce Vita è stata scelta per  rappresentare l’Italia a Parigi, con la mostra fotografica «La Dolce Vita di Carlo Riccardi», fino al 5 febbraio al cinema Le Balzac, a cura di Enel France e Società Dante Alighieri su progetto grafico Dunp, propone immagini scattate da Carlo Riccardi,  che, in tanti anni di appassionata carriera, è riuscito a descrivere l'epoca dei divi come Rossellini, Fellini, Loren, Cardinale, Visconti, Mastroianni, Gassman (nella foto con Annette Stroyberg), Belmondo, Bardot, Hepburn.... congelando l’atmosfera che si viveva a Roma negli anni 50 e 60, quando la capitale era il set cinematografico delle grandi produzioni italiane ed internazionali. www.archivioriccardi.it

 

Pubblicato in Editoria
Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl.
Giornalista e fotografo, autore di diversi reportages in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi e curatore della collana "Fotografici" per Armando Editore.

Contatti