Stampa questa pagina

Roma nel cinema tra realtà e finzione

Dal 15 settembre al 31 ottobre torna -dopo 12 anni- la mostra “Roma nel Cinema tra realtà e finzione”, nata nel 2000 grazie al ricco patrimonio custodito nell’Archivio Fotografico della Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia ed realizzata al Museo di Roma in Trastevere con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma.

 stefania-sandrelli

Dal 15 settembre al 31 ottobre torna -dopo 12 anni- la mostra “Roma nel Cinema tra realtà e finzione”, nata nel 2000 grazie al ricco patrimonio custodito nell’Archivio Fotografico della Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia ed realizzata al Museo di Roma in Trastevere con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma.

Ideata e curata da Elisabetta Bruscolini, la mostra ha ottenuto un grandissimo successo sia in ambito nazionale sia internazionale e così riapproda nuovamente nella capitale in una versione che prevede un galleria di n. 50  immagini selezionate tra le più suggestive delle complessive 135.

Il rapporto tra Roma e il cinema è un rapporto complesso che si perde nella storia.
Molti sono i registi che hanno proposto e a volte ricostruito la città, scoprendo ogni volta uno dei suoi mille volti. L’esposizione testimonia questo caleidoscopio di visioni ma soprattutto racconta il meraviglioso lavoro del fotografo di scena, figura spesso relegata alla zona ombra della produzione cinematografica.

Queste immagini, più di ogni parola o saggio critico, rendono finalmente giustizia al lavoro del fotografo di scena, mostrando ad un osservatore attento quanto la foto si discosti dalla ripresa e si conquisti una sua autonomia, lontano dall’essere una banale riproduzione di quello che il direttore della fotografia ha illuminato, il regista deciso, gli attori interpretato.

Attraverso la visione di Francesco Alessi, G. B. Poletto, Pierluigi Praturlon, Divo Cavicchioli, Osvaldo Civirani, solo per citarne alcuni, è ancora oggi possibile fermarsi ad osservare squarci suggestivi della Roma del cinema, avendo così occasione di riflettere sull’enorme lavoro che si nasconde dietro la macchina da presa.

Roma tra realtà e finzione, la città reale e la città ricostruita , la città filtrata attraverso gli sguardi, le luci, le ombre, le atmosfere, il cinema e la fotografia, l’impianto urbano ed il suo condizionare le scelte delle riprese, gli sfondi architettonici e i primi piani degli attori sono le molteplici chiavi di lettura per una selezione di fotografie in cui ognuno con la propria sensibilità è invitato a trovare la più consona interpretazione.

Silvia Preziosi

Pubblicato in Cinema

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI