Stampa questa pagina

Il Premio Brancati di Zafferana Etnea alla sua 44° Edizione

Dal 20 al 22 settembre, presso la sala consiliare di via Garibaldi, 317 a Zafferana Etnea prende il via la 44° edizione del Premio Letterario Brancati.

Margherita-Rimi

Dal 20 al 22 settembre, presso la sala consiliare di via Garibaldi, 317 a Zafferana Etnea prende il via la 44° edizione del Premio Letterario Brancati. Il premio nato nel ‘67 è dedicato a Vitaliano Brancati che come altri (Luigi Capuana, Federico De Roberto, Giovanni Verga) trascorreva lunghi mesi nella tranquilla cittadina di Zafferana Etnea. Il premio, grazie anche alla collaborazione e all’intervento di molti scrittori italiani (Moravia, Pasolini, Pound, Sciascia) è uno dei più noti e importanti a livello nazionale. Il Sindaco di Zafferana Etnea, dott. Alfio Russo, afferma: “Seppur in tempi di crisi, è necessario che le amministrazioni investano nella cultura come risorsa per lo sviluppo della comunità, il sapere e la conoscenza sono fondamentali per l’arricchimento di ognuno di noi ed è in qualità di Presidente della giuria ringrazio sempre gli illustri componenti per la partecipazione e l’impegno che offrono ascrivendo al premio rilevanza culturale e prestigio.  L’amministrazione è sempre impegnata affinché a Zafferana si parli di cultura a tutto tondo: dalla musica, al teatro, all’arte, alla letteratura.”

Il premio Brancati è accompagnato da un convegno "Riflessioni sulla questione meridionale. Ieri e oggi". Il convegno che si terrà il 20 e 21 settembre dalle ore 18.30 è a cura dell’organizzazione scientifica curata dalla prof.ssa Rita Verdirame, in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania.  Quest’ultima afferma: “Abbiamo voluto ricostruire le tematiche del meridionalismo, considerando anche i nuovi approcci al problema, ripercorrendo la tematica tra passato e presente. Abbiamo scelto che in queste due giornate di convegno la tematica venisse affrontata non solo da un punto di vista storico, ma sarà trattato da un punto di vista disciplinare, infatti prenderanno parte al convegno, italianisti come ad es il Prof. Gioviale che coordinerà le due giornate, sociologi e giornalisti.”

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 22 settembre alle ore 20,00 ed il Presidente della giuria consegnerà i premi ai vincitori delle tre sezioni.  Condurrà  la serata di premiazione  Arnaldo Colasanti,  la stessa sarà allietata  da  momenti musicali eseguiti da:   Gabriele Denaro (pianoforte), Giuseppe Ruggeri (tromba), Lucio Pappalardo (clarinetto), Domenico Vecchio (violoncello).

I vincitori delle tre sezioni: Poesia, Claudio Damiani con “Il Fico sulla Fortezza” – ed. Fazi; Saggistica, Marco Santagata con “Dante. Il Romanzo della sua vita” – ed. Mondadori; Narrativa, Alberto Capitta con “Alberi erranti e naufraghi” – ed. Il Maestrale. Una segnalazione speciale della giuria “Stefano Giovanardi” per la raccolta di poesie è stata attribuita a “Era farsi” di Margherita Rimi (in foto), ed. Marsilio. La  giuria quest’anno ha voluto fare un omaggio con la menzione al Prof. Giovanardi che è venuto a mancare lo scorso anno alla fine del mese di Ottobre. Era stato un membro portante della giuria dal 1996 al 2012. Durante la premiazione sarà consegnata una targa di riconoscimento in ricordo del Professore alla famiglia, quest’anno sarà proprio il fratello a ritirare l’omaggio.

 

 

 

Pubblicato in Editoria