Stampa questa pagina

La Vertigine dello Sguardo

Officine Fotografiche Roma ospita un appuntamento editoriale presentando l’ultimo saggio di Maurizio G. De Bonis, La Vertigine dello Sguardo (ed.Postcart), un percorso cinematografico tra i film che hanno fatto la storia attraverso la disciplina fotografica.

la-vertig

Officine Fotografiche Roma ospita un appuntamento editoriale presentando l’ultimo saggio di Maurizio G. De Bonis, La Vertigine dello Sguardo (ed.Postcart), un percorso cinematografico tra i film che hanno fatto la storia attraverso la disciplina fotografica.

Lontano dai tecnicismi e dagli stereotipi, che caratterizzano i vari studi sui collegamenti tra fotografia e cinema, De Bonis propone un libro incentrato sull’analisi dei lungometraggi più importanti dal punto di vista dei rapporti tra fotografia, cinema, storia e narrazione. Da La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock a Blow-Up di Michelangelo Antonioni, da Smoke di Wayne Wang a Femme fatale di Brian De Palma, da La macchina ammazza-cattivi di Roberto Rossellini a Memento di Christopher Nolan, a Flags of Our Fathers di Clint Eastwood e Palermo Shooting di Wim Wenders.

Maurizio G. De Bonis è giornalista, critico cinematografico, fotografico e delle arti visive. È direttore responsabile dal 2000 di CultFrame - Arti Visive, testata giornalistica dedicata al cinema, alla fotografia e all’arte contemporanea. È responsabile della comunicazione e membro del Comitato Esecutivo del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) ed è direttore di CineCriticaWeb. È Presidente di Punto di Svista e membro del Comitato di Redazione della testata giornalistica Punto di Svista - Arti Visive in Italia. Per Postcart ha pubblicato nel 2012 come co-autore il saggio Cosa devo guardare - Riflessioni critiche e fotografiche sui paesaggi di Michelangelo Antonioni.

Pubblicato in Cinema