Stampa questa pagina

I “Non luoghi > No loghi” di Corrado Veneziano all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles

I “Non luoghi > No loghi” di Corrado Veneziano all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles
L’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles (rue de Livourne, 38), ospita, dallo scorso 9 luglio e fino al prossimo 8 settembre, un’antologia di opere rappresentative della fase più recente della ricerca pittorica di Corrado Veneziano sviluppata sui codici di comunicazione di massa e sui cosiddetti “no logo” come ulteriore sviluppo del lavoro sui “non luoghi”, già recensito da due fra i più importanti intellettuali europei: il critico d’arte Achille Bonito Oliva e l’antropologo Marc Augè.

 

“I quadri di Veneziano sono ora, sempre più, codici a barre evocativi di libri e di romanzi, numeri ISBN incisi sulla superficie della tela, codici QR da scannerizzare prima di un viaggio aereo, display e frecce di computer che indicano direzioni incerte e provocatoriamente allusive. Un mondo
tecnologicamente avanzato e allo stesso tempo perturbante: portatore ancora, antropologicamente, di messaggi affascinanti ma irrisolti”.

Uno fra i maggiori esperti di cultura digitale, Derrick de Kerckhove (discepolo e continuatore del lavoro di Marshall Mc Luhan), presenta il lavoro di Veneziano con un saggio introduttivo nel nuovo, omonimo catalogo (“Non luoghi > No loghi”), disponibile dal giorno dell’inaugurazione. 

“Orientamenti (2014), I tasselli di Kandinskij (2014), Campana (2013), Roma T2 (2013) e Smerigliatura di via Cardassi 1 (2013): un punto accumuna tutte queste opere - ha scritto Maria Elena Minuto, che affianca nel catalogo la presentazione di de Kerckhove -; esse sospingono la parola dello sguardo verso le infinite trame e i differenti tempi e movimenti della pittura, invitandoci a osservarle una per una nei dettagli, nei segni e nelle iscrizioni. Come fosse sempre la prima volta”.


Alberto Esposito

Pubblicato in Arte
Alberto Esposito

Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Pubblicisti del Lazio da Marzo 2004.
Si occupa di montaggio, postproduzione, dirette televisive, registrazioni in studio, editing audio e video.
Collabora ed ha collaborato con diversi quotidiani tra cui Italia Sera, La voce e Il Romanista

Articoli correlati (da tag)

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI