Stampa questa pagina

XVII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

XVII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico
La XVII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, in programma dal 30 ottobre al 2 novembre, si svolgerà nuovamente all’interno della città antica di Paestum: le suggestive location saranno le tre strutture geodetiche presso il Tempio di Cerere, il Museo Archeologico e la Basilica Paleocristiana. 

Considerando che il patrimonio storico e artistico italiano non ha eguali nel mondo per numero di siti Unesco e valore culturale, ogni anno la Borsa attraverso la sezione ArcheoLavoro promuove l’offerta formativa nei Beni Culturali, in Archeologia e in Turismo Culturale delle Università presenti nel Salone Espositivo. Le Università presenteranno poi l’offerta formativa con i docenti dei corsi di laurea in:

- Scienze Turistiche, giovedì 30 ottobre, Università Telematica Pegaso; 

- Beni Culturali, venerdì 31 ottobre, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Seconda Università degli Studi di Napoli, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Salerno, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa – Napoli.

Sempre venerdì 31 ottobre, con Christian Greco Direttore della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino ed Enrico Ducrot Amministratore Delegato Viaggi dell’Elefante, saranno presentate le figure professionali dell’operatore museale e dell’archeologo accompagnatore.

Nel corso della mattina, inoltre, sarà conferito il “Premio Antonella Fiammenghi” alla tesi di laurea “Velia tra storia e gestione” di Maria Carmela Scalone, Università degli Studi del Sannio. Il Premio è stato istituito nel 2007 nel ricordo di Antonella Fiammenghi Direttore del Parco Archeologico di Velia e vuole essere un riconoscimento per quanti divulgano questo straordinario segmento del turismo culturale attraverso l’impegno universitario.

Negli “Incontri con i Protagonisti”, venerdì 31 ottobre, si succederanno Silvia Calandrelli Direttore Rai Cultura, Franck Goddio Fondatore dell’Istituto Europeo di Archeologia Subacquea, Laurent Haumesser Conservatore del Dipartimento di Antichità Greche, Etrusche e Romane del Museo del Louvre, Sheikha Mai bin Mohammad Al Khalifa Ministro della Cultura e del Turismo del Regno del Bahrain, Mounir Bouchenaki Consigliere speciale del Direttore Generale UNESCO e Direttore Arab Regional Centre for World Heritage, Taleb Rifai Segretario Generale UNWTO; sabato 1 novembre, Mario Tozzi, Roberto Giacobbo, Eva Cantarella, Galatea Ranzi e Mariangela Vaglio, Sveva Sagramola, Syusy Blady e Patrizio Roversi, Alberto Angela.

La Mostra ArcheoVirtual, realizzata in collaborazione con la più importante Rete di ricerca Europea sui Musei Virtuali, V-Must, coordinata dall’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR, ospiterà alcune delle applicazioni presentate a “Digital Museum Expo” esposizione delle tecnologie più recenti create per i musei del futuro, esposte anche ai Mercati Traianei del Museo dei Fori Imperiali in Roma, alla Biblioteca Alessandrina di Alessandria D’Egitto, al Museo Allard Pierwson di Amsterdam, al City Hall di Sarajevo. 

I Laboratori di Archeologia Sperimentale, con la direzione scientifica di Mauro Cesaretto del Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo, presenteranno la cultura antropologica e materiale dell’antichità attraverso la riproduzione delle tecniche utilizzate dall’uomo per realizzare manufatti di uso quotidiano. Inoltre, all’esterno delle strutture geodetiche, sarà presente l’area degli accampamenti.

Pubblicato in Arte

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI