Stampa questa pagina

La Roma soffre ma batte l'Udinese, ora è di nuovo secondo posto.

La Roma soffre ma batte l'Udinese, ora è di nuovo secondo posto.
Allo stadio Olimpico di Roma si affrontano due squadre con obiettivi completamente opposti.

L’Udinese vuole evitare un’altra figuraccia dopo la rotonda sconfitta contro la Sampdoria in casa, ma di obiettivi ne ha ben pochi. Differente il discorso per la Roma, obiettivo tre punti per riprendere il secondo posto ai danni della Lazio in vista proprio del derby della prossima giornata.

Un primo tempo clamoroso. Giallorossi all’attacco dal primo minuto, ma a passare sono i friulani. Palla persa da Manolas sulla linea del calcio d’angolo, Thereau s’invola in area e calcia sul portiere, sulla ribattuta c’è Perica che mette dentro l’1 a 0, gelo all’Olimpico. La Roma torna subito in partita e ci prova con Totti su punizione, tiro forte ma centrale, e con Nainggolan che si fa stoppare un tiro sul dischetto di rigore. Di nuovo Udinese pericolosa, Perica lasciato solo in area di rigore manda a lato una palla di testa da posizione ravvicinata.
Ibarbo alla mezz’ora si divora due palle gol invitantissime. I friulani ripartono in contropiede e sciupano una buona occasione due contro uno.Nemmeno un minuto dopo il pareggio giallorosso, palla messa in mezzo da Totti che trova tutto solo Naingollan, siluro da due metri e palla in rete, 1 a 1. L’ultima occasione la regala Guilherme su punizione a trenta secondi dall’intervallo, incrocio dei pali con De Sanctis battuto. Si chiude così un gran primo tempo.
Secondo tempo che si apre allo stesso modo della prima frazione di gioco. Giallorossi che attaccano sulle fasce, ma la prima occasione, dopo dieci minuti, è di marca friulana. Miracolo di De Sanctis su tiro ravvicinato di Thereau.
La partita si addormenta per risvegliarsi di colpo al 65’, su svarione difensivo dell’Udinese in area di rigore, Torosidis è lesto e con un tocco sporco mette la palla in rete, vantaggio giallorosso. Quello del terzino greco è solo un sussulto, la partita torna ad abbassarsi di ritmo a causa della stanchezza dei giocatori in campo.
Bisogna aspettare l’80’ per vedere la magia di tacco di Nainggolan che manda la palla sul palo. Tre minuti più tardi altro legno per la Roma, scambio Pjanic-Cholevas con il greco che calcia la palla sulla traversa.
I padroni di casa si difendono bene su alcune ripartenze friulane. Al triplice fischio finale la Roma conquista tre punti sofferti ma importantissimi. I giallorossi arrivano all'appuntamento del decisivo derby di nuovo secondi in classifica.


ROMA – UDINESE 2 a 1
(Primo tempo 1 a 1)

MARCATORI: 19’ Perica (U), 44’ Nainggolan (R), 65’ Torosidis (R)

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas, Mapou, Cholevas; Pjanic (87’ Ljajic), De Rossi, Nainggolan; Iturbe (82’ Doumbia), Totti (75’ Keita), Ibarbo. All. Garcia

UDINESE (4-3-1-2): Karnezis; Widmer, Danilo, Heurtaux, Piris; Pinzi (73’ Fernandes), Allan, Badu; Guilherme (82’ Geijo); Thereau, Perica (66’ Kone). All. Stramaccioni

ARBITRO: Luca Banti di Livorno

NOTE – Ammoniti: 24’ Piris (U), 49’ Heurtaux (U), 81’ Nainggolan (R), 87’ Torosidis (R), 90’ Ljajic (R).

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI