Stampa questa pagina

Maroni minaccia: ”Riduzione dei trasferimenti regionali a sindaci che accolgono immigrati.”

Maroni minaccia: ”Riduzione dei trasferimenti regionali a sindaci che accolgono immigrati.”
Appoggio pieno di Salvini e Toti alle parole di Maroni. Ancora sbarchi: 1400 immigrati nelle ultime ore. Replica di Renzi: "Altro che sanzioni. I comuni che accolgono i migranti andrebbero premiati"

In una lettera, il governatore della regione Lombardia Roberto Maroni, impone ai comuni il divieto di accogliere nuovi migranti pena la riduzione dei trasferimenti regionali. "Ho deciso di scrivere una lettera ai Prefetti per diffidarli dal portare qui in Lombardia nuovi clandestini e ho deciso di scrivere ai sindaci per dirgli di rifiutarsi di prenderli, mentre ai sindaci che dovessero accoglierli ridurremo i trasferimenti regionali, come disincentivo, perché non devono farlo e chi lo fa, violando la legge, subirà questa conseguenza". Dichiarazioni durissime quelle di Maroni che solamente 4 anni fa, nel 2011, da ministro dell’Interno in piena emergenza Lampedusa, chiedeva invece "solidarietà" agli enti locali. Il Premier Renzi ha replicato poco dopo auspicando, da parte dei Governatori del nord, un "atteggiamento istituzionale”. “Qualcuno di loro – aggiunge Renzi - era al governo quando si sono scritte le regole che non stanno funzionando. L'Italia ha scelto una strategia, e Maroni dovrebbe saperlo, che ha portato agli accordi di Dublino e alle attuali regole che non sono capaci di dare soluzioni, perchè lasciano l'Italia da sola. Mi piacerebbe che tutti riconoscessero che il problema dell'immigrazione è una sfida di tutto il paese e cercassero di aiutare a risolvere il problema invece di lucrare mezzo voto. Noi siamo disponibili a cercare una soluzione anche con chi fa demagogia. Le risposte sull'emergenza date dall'Unione Europea sono giudicate dall'Italia largamente insufficienti". E aggiunge: ”Altro che sanzioni. I comuni che accolgono i migranti andrebbero premiati"

Immediato l’appoggio di Salvini a Maroni: "Se Renzi e Alfano pensano di prendere il nord come soggiorno per i clandestini hanno sbagliato tutto". La Lega, stando a quanto riferito dal suo leader, sarebbe addirittura pronta a “bloccare le prefetture e a presidiare tutte quelle strutture che a spese degli italiani qualcuno vuole mettere a disposizione di migliaia di immigrati clandestini". Appoggio pieno anche dal neogovernatore ligure Giovanni Toti eletto con i voti di Lega e Forza Italia: “Noi non accoglieremo altri migranti come fanno Lombardia, Veneto e Valle d'Aosta; il provvedimento di Maroni di oggi è legittimo. Io non lo posso ancora fare perchè non sono ancora in carica".

Dichiarazioni che arrivano dopo una giornata intensa per quanto riguarda gli sbarchi: tra Palermo e Trapani sono sbarcati oltre 1.400 migranti. Nei porti delle due città siciliane sono arrivate le navi tedesche con 860 e 548 persone. Secondo l'Unhcr, "Nelle ultime ore sono arrivate dieci richieste di aiuto dai telefoni satellitari". Ieri i mezzi della guardia costiera hanno raggiunto 15 imbarcazioni.

Pubblicato in Attualità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI