Stampa questa pagina

Presentazione del libro di Mario Capanna, "Per ragionare"

Gianfranco Fini e Mario Capanna Gianfranco Fini e Mario Capanna M. Riccardi © Agr
Mario Capanna, politico e scrittore italiano, è stato fra i principali leader del movimento giovanile del Sessantotto e dal 2002 è Presidente del Consiglio dei Diritti Genetici, un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie.

"Per Ragionare. Sessanta domande sul nostro futuro e alcune proposte" è il suo nuovo libro. Alla presentazione del volume edito Garzanti, sono intervenuti il Presidente della Camera Gianfranco Fini, Emilio Carelli e Giorgio Ruffolo: i tre hanno espresso il loro parere sulle tematiche sociali che lo scrittore ha preso in analisi. «Non sono d'accordo sui contenuti espressi nel libro di Capanna - ha immediatamente puntualizzato il presidente della Camera -, ma li trovo interessanti. La discussione è il sale della democrazia, anche e soprattutto quando le opinioni non coincidono. È la diversità di idee che fa crescere il dibattito».

Nel suo libro l’ex leader del movimento giovanile parla della nuova America di Barack Obama, figlia del '68 e di Martin Luther King, delle debolezze della sinistra italiana di fronte a Berlusconi e del ruolo della Cina nel nuovo contesto internazionale. Affronta anche i banali diverbi che esplodono in atti di violenza e il segreto dello sviluppo del Canada; dedica poi un capitolo anche all’importanza del commercio equo-solidale, che può essere una soluzione contro il capitalismo odierno. A questa visione il Presidente Fini si dimostra contrario rispondendo che: «Nell’economia moderna l’egoismo deve rimanere più forte di qualsiasi solidarietà». Alla domanda del direttore di Sky tg24 Emilio Carelli sul perché Capanna non abbia preso in considerazione nel libro anche l’importanza che la stampa, i media e la televisione hanno sulla società, l’autore risponde: «L’informazione è sicuramente importante, ma oggi è sostituita dalla propaganda, che ritengo una merce: la propaganda non aiuta né il ragionamento, né la razionalità».

Capanna pone sessanta domande nel suo nuovo lavoro: perché ostinarci nella creazione delle centrali nucleari, quando lo sviluppo è nel ridurre al massimo le distanze tra fonti di produzione dell’energia e utilizzo dell’energia, facendo riferimenti positivi alla politica del Presidente Obama. L’ex leader del movimento giovanile ha sottolineato più volte quanto sia importante ricominciare a pensare poiché si è in pieno smarrimento politico, etico e morale. «Se sai sei, se non sai sei in balia degli altri». Con semplicità ed efficacia, Capanna ci dice che dobbiamo tornare a essere protagonisti delle nostre esistenze, e non solo consumatori passivi di merci, di notizie e di intrattenimenti.  Ed è soprattutto ai giovani che fa riferimento, incoraggiandoli a riflettere, a porsi delle domande sulle grandi questioni del nostro tempo, visto che solo un cambiamento culturale potrebbe cambiare la situazione. «Quello che mi fa paura è che oggi non si coltiva più l’immaginazione, si rimane fermi nel presente e non si riesce ad immaginare il futuro e la sua costruzione. Invece è questa la prerogativa umana della società. Il mondo può cambiare. Lo abbiamo dimostrato nel ’68, il mondo ha dimostrato che cambiare è possibile, se ci mettiamo insieme per ragionare ci possiamo riuscire».

 
CLICCA SULLE IMMAGINI PER VEDERE LA GALLERIA FOTOGRAFICA
 
  • "Per ragionare" - M.Capanna_50
  • Autore: Maurizio Riccardi
  • "Per ragionare" - M.Capanna_49
  • Autore: Maurizio Riccardi
 
Pubblicato in Attualità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI