Stampa questa pagina

Love is in the Air – Turbolenze d’amore

Love is in the Air – Turbolenze d’amore
A due anni dall’esordio in patria, esce in sordina in Italia, verso la fine di un’estate sempre più calda, Love is in the Air – Turbolenze d’Amore la più classica delle commedie francesi: lui, lei, e un solo set, ovvero la cabina passeggeri di un aereo.

E’ un film che parte dalla serendipity, dall’incontro casuale, non tra due sconosciuti ma tra due ex-fidanzati. Julie e Antoine, infatti, hanno avuto una storia d’amore tre anni prima. Si lasciano e decidono di separarsi. Per una strana coincidenza o per volere del destino, si ritrovano vicini di posto in aereo, su un volo intercontinentale diretto da New York a Parigi. Lei farebbe di tutto per evitarlo, lui prova a spiegarle ciò che in tre anni di silenzio non è riuscito a fare: il reale motivo della loro rottura e i suoi veri sentimenti.

Stretti sui sedili, i due protagonisti raccontano le proprie emozioni e mettono a nudo i sentimenti, facendo rivivere allo spettatore, con lunghi flashback, i tratti salienti della loro storia d’amore. E ad assistere ed appassionarsi alle avventure dei due, come spettatori di una pièce, gli altri passeggeri dell’aereo. Insomma tutti insieme appassionatamente a undicimila metri. Con un finale che è facile prevedere.

Quella messa in scena dal regista Alexandre Castagnetti è una storia d’amore facile, facile, con pochi guizzi e tocchi di originalità. A salvare (per metà) la riuscita del film è la prova dei due protagonisti interpretati da Ludivine Saigner, attrice già vista in Swimming Pool di François Ozon, e Nicolas Bedos, giovane riccioluto e scapestrato, cattiva canaglia e latin lover d‘oltralpe, a metà tra i nostri Luca Argentero e Riccardo Scamarcio. I due si divertono e recitano con garbo le rispettive parti, dando al film un po’ di quella grazia che davvero manca a una sceneggiatura scontata e prevedibile.

Pubblicato in Cinema
Giacomo Visco Comandini

Laureato alla Sapienza, dal 2008 è uno dei redattori di Enel.tv, la televisione aziendale di Enel. Appassionato di cinema, ha collaborato per la rivista Filmaker’s MagazineIl Riformista e la Repubblica

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI