Stampa questa pagina

Libertà d’espressione, Erri De Luca assolto nel processo “sull’istigazione al sabotaggio della Tav”

Libertà d’espressione, Erri De Luca assolto nel processo “sull’istigazione al sabotaggio della Tav”
Il Pm aveva chiesto una condanna di otto mesi di reclusione, ma il fatto non sussiste.

Sono state le parole del giudice Immacolata Iadeluca a porre fine al processo che aveva visto accusato Erri De Luca sulla questione d’istigazione a delinquere in merito alle varie interviste in cui lo scrittore sosteneva che la Tav andava sabotata.
Nel momento in cui il giudice esponeva la sentenza nel tribunale di Torino, l’assoluzione di Erri De Luca è stata accompagnata da numerosissimi e calorosi applausi da parte dei No Tav presenti in aula.
Lo scrittore, pochi attimi prima della pronuncia, aveva rilasciato delle dichiarazioni spontanee affermando la netta convinzione che la linea sedicente ad Alta Velocità va intralciata, impedita e sabotata per legittima difesa del suolo, dell’aria e dell’acqua, continuando nel dire che sarebbe stato disposto a subire una condanna penale per il suo impiego, ma non a farsi sottrarre la libertà di parola o la riduzione della lingua italiana.
Subito dopo la fine del fine del processo si è lasciato andare ad alcuni commenti: “è stata impedita una ingiustizia, quest’aula è un avamposto sul presente prossimo. Ora – continua lo scrittore – mi senti di nuovo un cittadino qualunque, ma la Valle di Susa resta una questione che mi riguarda. Di questo processo mi rimane la grande solidarietà delle persone che mi hanno sostenuto, in Italia e in Francia. La sentenza ribadisce il valore dell’articolo 21 della Costituzione. Ho letto sui giornali della telefonata di Hollande a Renzi, ma non credo che abbia influito sulla sentenza.”

Pubblicato in Attualità
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI