Stampa questa pagina

Assocarboni, il Convegno 2016

Assocarboni, il Convegno 2016 © G. Currado Agr
Venerdì 8 aprile alle ore 9.00 a Palazzo Rospigliosi si è svolto il Convegno 2016 “Sistema elettrico italiano: proposte per la transizione nel post COP21” di Assocarboni, l’Associazione Italiana degli Operatori del Carbone.

L’associazione raggruppa le aziende nazionali e internazionali che operano nel settore dei combustibili solidi. In campo nazionale aderisce a Confindustria Energia e fa parte del Consiglio di Amministrazione della Stazione Sperimentale per i Combustibili. In ambito internazionale è membro dei CIAB, della WCA di Londra e del “Working Party on Coal”.

Nel 2015 il carbone si è confermato leader mondiale per la produzione di energia elettrica con una percentuale del 40%, con l’India in testa alla Cina come primo importatore di carbone nel mondo con 210 milioni di tonnellate di importazione.

L’Italia rimane stabile: i dati consuntivi del 2015 sono gli stessi del 2014: le importazioni per la produzione di elettricità restano ferme a 16 milioni di tonnellate, mentre le importazioni di carbone metallurgico e PCI a 3,5 milioni di tonnellate.

GUARDA LA GALLERY

A partecipare all’incontro il Presidente Assocarboni Andrea Clavarino, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas Guido Bortoni, il Chief Executive – World Coal Association Benjamin Sporton, il Segretario Generale Flaei Cisl Carlo De Masi, il Presidente di Nomisma Energia Davide Tabarelli, Head of Corporate Development & Regulatory - EP Produzione Spa Fabrizio Corapi, il Direttore Global Trading Business Line - Enel SpA Claudio Machetti, il Responsabile Impianti Termoelettrici - A2A SpA Massimo Tiberga, il Presidente dell’Associazione Italiana Economisti dell’Energia Carlo Andrea Bollino, il Presidente “Amici della Terra” Monica Tommasi e il Vicepresidente Nazionale di Legambiente Edoardo Zanchini. 

Carlo De Masi nel suo intervento ha sottolineato l'importanza del settore, in quanto rappresenta un volano per la crescita del paese ma anche per la preservazione di un rilevante numero di posti di lavoro. 

Pubblicato in Attualità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI