Stampa questa pagina

“Hitchcock. A Love Story” debutta al Teatro de’ Servi

Anna Favella e Massimo Odierna in "Hitchcock. A Love Story" Anna Favella e Massimo Odierna in "Hitchcock. A Love Story"
Ha debuttato con notevole affluenza di pubblico lunedì 15 ottobre 2018 al teatro de’ Servi - via del Mortaro 22, all’angolo con via del Tritone - Roma “Hitchcock. A Love Story” della Compagnia del Teatro dell’Orologio, che ha aperto la stagione Fuoriclasse.

Una stagione esperimento che vede dieci titoli selezionati dalla direzione artistica del Teatro dell’Orologio ed ospitati dal Teatro de’ Servi. La Compagnia, dopo gli ultimi eventi in spazi urbani come la Metro C, Mercati Rionali, piazze e vie della periferia romana, torna in teatro con Hitchcock. A Love Story, un’opera scritta da Fabio Morgan, diretta da Leonardo Ferrari Carissimi, interpretata da Anna Favella e Massimo Odierna e che catapulta lo spettatore in un film noir.

Due ragazzi con il sogno di diventare attori, si incontrano durante un provino per uno spettacolo teatrale dedicato alla filmografia di Alfred Hitchcock. La loro storia, una vicenda ricca di colpi di scena e di pennellate noir, si svolge attraverso le fitte trame di Dial M For Murder (Il delitto perfetto, 1954), Rear Window (La finestra sul cortile - 1954), To Catch a Thief (Caccia al ladro -  1955), The Man Who Knew Too Much (L’uomo che sapeva troppo - 1956), Vertigo (La donna che visse due volte - 1958), North By Northwest (Intrigo internazionale - 1959), Psycho (Psyco - 1960), The Birds (Gli uccelli - 1963). L’azione scenica si sviluppa in un divertente alternarsi fra la vita privata dei due protagonisti e, sul palco, la storia dei personaggi che interpretano.

«Essendo il teatro il luogo principe dell'esperienza visiva, non ritengo possibile prescindere, nella contemporaneità teatrale, dalla tecnica cinematografica e dalle sue suggestioni. A questa idea risponde la scelta di incentrare lo spettacolo sulla filmografia di Hitchcock, perché quel tipo di cinema è legato a doppio filo con il teatro, e del teatro restituisce ampiamente i ritmi, i significati, il rapporto tra realtà e finzione. Il teatro deve essere anche un viaggio nella visione e nell'immaginario, così come il cinema di Hitchcock è un cinema che non dimentica la macchina teatrale, straordinaria ed imperfetta finzione che non riproduce la realtà ma la reinventa». (Leonardo Ferrari Carissimi)

Hitchcock. A Love Story di Fabio Morgan (regia: Leonardo Ferrari Carissimi; interpreti: Anna Favella, Massimo Odierna; produzione: Progetto Goldstein; costumi: Alessandra Muschella; disegno luci: Martin Emanuel Palma; organizzazione: Gianni Parrella; comunicazione e promozione: E 45) rimarrà in scena al Teatro de’ Servi fino a mercoledì 17 ottobre 2018.

La stagione “Fuoriclasse” del Teatro dell’Orologio proseguirà con La fame, scritto e diretto da Alessandro Aceti (interpreti: Alessandro Cosentini, Francesco Aiello, Chiara Vinci, Massimiliano Aceti), in scena da lunedì 5 a mercoledì 7 novembre 2018; Cara professoressa di Ljudmila Razumovskaja (traduzione: Valerio Piccolo; adattamento: Francesca Zanni; regia: Andrea Bizzarri; interpreti: Crescenza Guarnieri, Federico Bizzarri, Giovanni Nasta, Giuseppe Vancheri, Francesca Verrelli), in scena da lunedì 26 a mercoledì 28 novembre 2018; Oliver Twisted, liberamente tratto da Charles Dickens (adattamento: Leonardo Ferrari Carissimi, Fabio Morgan; regia: Leonardo Ferrari Carissimi; interpreti: Davide Antenucci, Matteo Cirillo, Lucrezia Forni, Susanna Laurenti, Benedetta Russo, Enrico Torzillo, Riccardo Viola, Pietro Virdis), in scena da lunedì 17 a mercoledì 19 dicembre 2018; 

Almost, Maine di John Cariani (regia: Samuele Chiovoloni; interpreti: Giulia Trippetta, Silvia Zora, Ludovico Rohl, Jacopo Costantini), in scena da lunedì 7 a mercoledì 9 gennaio 2019; Olio di gomito. Canovaccio per cinque casalinghe di Maria Teresa Berardelli (interpreti: Elisa Gallucci, Marcella Favilla, Giulia Francia, Francesca Mària, Gioia Salvatori), in scena da lunedì 28 a mercoledì 30 gennaio 2019; 

Posso lasciare il mio spazzolino da te?, scritto e diretto da Massimo Odierna (interpreti: Vincenzo d’Amato, Vera Dragone, Luca Mascolo, Alessandro Meringolo), in scena da lunedì 18 a mercoledì 20 febbraio 2019; Il giovane Riccardo, scritto e diretto da Alberto Fumagalli (interpreti: Alberto Fumagalli, Alice Bertini, Antonio Muro, Loris Farina, Ludovica D’Auria), in scena da lunedì 11 a mercoledì 13 marzo 2019;

Il paese di chi se ne va, scritto e diretto da Francesca Muoio (interpreti: Annacarla Broegg, Marianita Carfora, Cesare D’Arco, Morena Di Leva, Valeria Frallicciarci, Francesca Muoio, Davide Paciolla, Antonio Perna, Luca Trezza, in scena da lunedì 1 a mercoledì 3 aprile 2019; Vox Family, scritto e diretto da Francesco Petruzzelli (interpreti: Carlotta Mangione, Roberta Azzarone, Michele Lisi, Cristina Poccardi, Cristina Pelliccia, Lorenzo Parrotto, Luigi Biava), che sarà in scena da lunedì 13 a mercoledì 15 maggio 2019.

 

 

 

 

Letto 845 volte

Ultima modifica il Martedì, 16/10/2018

Pubblicato in Teatro

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.