Stampa questa pagina

Andy Murray dice addio al tennis

Andy Murray dice addio al tennis Pagina Ufficiale Facebook Andy Murray
Il tennista britannico Andy Murray ha annunciato il suo addio al tennis.

Andy Murray ha annunciato fra le lacrime, in una conferenza stampa shock  il suo addio al tennis e le ragioni che l’hanno spinto a questa decisione, aggiungendo di voler conservare una piccola speranza per resistere fino a luglio per giocare il prestigioso torneo di Wimbledon, ma il rischio concreto è quello di concludere la carriera con l'Australian Open.

Queste le sue parole: “Troppo forte il dolore all'anca che, non mi permette di giocare e allenarmi. Vorrei smettere a Wimbledon, ma non sono sicuro di essere in grado di farlo. C'è la possibilità che gli Australian Open siano il mio ultimo torneo. Smetto perché voglio tornare a fare le cose comuni, come mettere una scarpa o un calzino, senza avere . Ho l'anca davvero molto danneggiata, il chirurgo che mi ha operato lo scorso anno me lo ha confermato. L'intervento dello scorso anno non è servito a ridurre il dolore. Continuare solo in doppio? No, non rischio la mia salute".

Murray nato a Glasgow il 15 maggio 1987, è stato il primo tennista del suo Paese a vincere un titolo nel singolare maschile del Grande Slam dal 1936, raggiungendo per la prima volta la vetta del ranking ATP a fine 2016 e rimanendo in vetta per 41 settimane dal 7 novembre 2016 al 20 agosto 2017 anellando in qeul periodo ben 24 vittorie consecutive.

Il suo ricco palmares vanta ben tre vittorie tornei del Grande Slam (Us Open 2012; Wimbledon 2013 e 2016), due medaglie d'oro olimpiche (Londra 2012 e Rio 2016, unico tennista a vincere il singolare maschile in due edizioni consecutivi delle Olimpiadi), una Coppa Davis e altri 40 titoli nei tornei ATP, tra cui 14 Masters 1000.

Nella sua carriera la rivalità con il tennista serbo Novak Dokovic (classe '87) ha ricoperto un ruolo importante anche se il bilancio è favorevole al tennista di Belgrado con 25 vittorie contro le 11 del brittanico. Nel dettaglio sulla terra, il bilancio è a favore di Novak Doković (5-1), così come sul cemento (20-8).mentre sull'erba, il bilancio è a vantaggio di Andy Murray (2-0). I due grandi rivali si sono incontrati in 10 occasioni nei tornei del Grande Slam, di cui sette volte in una finale dello Slam, tra cui 4 tre volte agli Australian Open (2011, 2013, 2015, 2016) vinte sempre da Doković, mentre agli US Open 2012  Murray ha vinto sul serbo con il punteggio di 7-6,, 7-5, 2-6, 3-6, 6-2 e al Wimbledon 2013, dove Murray si è imposto con il punteggio di 6-4, 7-5, 6-4. Il 5 giugno 2016 Doković ha avuto la meglio su Murray nella finale del Roland Garros con il punteggio di 3-6, 6-1, 6-2, 6-4. 

Nell'ultimo successo in un torneo del Grande Slam, Wimbledon 2016, Murray ha invece avuto la meglio contro il tennista canadese Milos Raonic (classe '90).

 

Pubblicato in Sport

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI