Stampa questa pagina

Whirlpool, operai del sito di Napoli in presidio al Mise

Whirlpool, operai del sito di Napoli in presidio al Mise
Sono partiti con 9 autobus da Napoli questa mattina i circa 350 operai dello stabilimento partenopeo Whirlpool a rischio cessione e chiusura per raggiungere il ministero dello Sviluppo economico di via Veneto dove si è tenuto un tavolo di crisi alla presenza del ministro Luigi Di Maio, dei sindacati di categoria e dell'azienda. 

Lo scorso venerdì, 31 maggio, la multinazionale di elettrodomestici ha annunciato ai sindacati la volontà di cedere lo stabilimento dove lavorano 420 persone, cogliendoli di sorpresa rispetto a quanto previsto nel piano 2019-2021 firmato dalle parti al Mise il 25 ottobre 2018. I lavoratori in presidio hanno indossato delle magliette con la scritta in rosso 'Napoli non molla' e innalzato cartelli in cui hanno ricordato l'impegno preso dall'azienda solo otto mesi fa: quello di investire sulla produzione di questo sito circa 17 milioni di euro

Pubblicato in Attualità
Maurizio Riccardi

Sito web: www.maurizioriccardi.it

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.
Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI