Stampa questa pagina

Serie A: giornata delle occasione perse; esulta la Roma

Serie A: giornata delle occasione perse; esulta la Roma Pagina ufficiale fb As Roma
La nona giornata di Serie A si può definire la giornata delle occasioni perse per tante squadre, in special modo per Juventus, Inter e Napoli.

Le tre squadre candidate alla vittoria finale non approfittano dei passi falsi delle dirette avversarie e sciupano una grandissima occasione per accorciare la classifica e guadagnare punti importanti.

L’amarezza della nona giornata inizia sabato 26 ottobre alle 15 a Lecce dove i padroni di casa fermano la Juventus capolista pareggiando per 1 a 1. Sugli scudi il portiere salentino Gabriel che dopo grandi interventi si arrende solo a Dybala dal dischetto; ma è proprio dagli 11 metri che Mancosu sigla il definitivo pareggio (rigore concesso per fallo di mano di De Light). L’Ultima grande occasione arriva per la Juventus e capita nei piedi di Bernardeschi che nei minuti finali coglie il palo.

Alle 18 di sabato, l’Inter che avrebbe l’occasione di tornare in testa alla classifica si blocca a San Siro pareggiando per 2 a 2 contro il Parma. Grande rammarico per la squadra di Conte che era passata in vantaggio col secondo goal in campionato di Candreva ma che è stata subito raggiunta dal più classico dei goal dell’ex, Karamoh, bravo a sfruttare un errore di Brozovic. Il centrocampista croato è in serata no, e da un altro suo errore nasce il vantaggio parmense targato Gervinho. Doccia fredda per l’Inter che nella ripresa parte subito forte e trova il goal con Lukaku. I nerazzurri spingono sull’acceleratore e sfiorano il goal due volte con il giovane Esposito, che non trova però il goal. 

Si ferma sul pareggio anche il Napoli che a Ferrare con la Spal fa 1 a 1. Anche qui a passare in vantaggio è la squadra di Ancelotti che prima trova il goal con Milik, al quarto goal consecutivo, ma che poi viene riacciuffata da Kurtic nel finale di tempo. Nella ripresa è bravo il portiere spallino a respingere gli attacchi partenopei, e quando Berisha non può nulla è il palo a stoppare il Napoli. Pareggio pure per quanto riguardo i legni colpiti, visto che sullo 0 a 0, Petagna su punizione colpisce la traversa.

Grande prova di carattere della Roma che batte per 2 a 1 il Milan. I giallorossi in piena emergenza causa infortuni e squalifiche, dopo un inizio in salita trovano la rete che sblocca la partita con il colpo di testa di Dzeko colpevolmente lasciato solo dalla difesa rossonera. Nella ripresa i giallorossi sprecano grandi occasioni con Mancini e Smalling, ma il Milan pareggia con Hernandez ma poco dopo Zaniolo riporta in vantaggio la Roma per il definitivo 2 a 1. Nel finale la Roma rischia poco e nulla e anzi, è Donnarumma a respingere gli attacchi giallorossi.

Fra le polemiche la Lazio batte la Fiorentina a Firenze per 2 a 1. I biancocelesti protestano per un fallo di Caceres su Lazzari in area di rigore, ma l’arbitro Guida lascia correre. Poco dopo Correa ben imbeccato da Immobile salta il portiere avversario e deposita la rete del vantaggio biancoceleste. Dura poco il vantaggio laziale visto che Chiesa ben servito da Ribery pareggia i conti. Nella ripresa la partita va momenti ma nel finale la zampata finale e decisiva è di Immobile che sigla di testa il 2 a 1. Proteste viola per un presunto fallo di Lukaku su Sottil ad inizio azione. Animi caldi che nel post partita portano al rosso per Ribery nervoso, anche per la sostituzione, che ha spinto il guardalinee.

Questi tutti i risultati della nona giornata: Verona-Sassuolo 0-1; Lecce-Juventus 1-1; Inter-Parma 2-2; Genoa-Brescia 3-1; Bologna-Sampdoria 2-1; Torino-Genoa 1-1; Spal-Napoli 1-1; Atalanta-Udinese 7-1; Roma-Milan 2-1; Fiorentina-Lazio 1-2.

Questa la classifica aggiornata al termine del nono turno di Serie A: Juventus 23; Inter 22; Atalanta 20; Napoli 17; Roma 16; Lazio e Cagliari 15; Parma 13; Fiorentina e Bologna 12; Torino 11; Milan e Udinese 10; Sassuolo e Verona 9; Genoa e Lecce 8; Brescia e Spal 7; Sampdoria 4. 

Pubblicato in Sport

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI