Stampa questa pagina

Serie A: la Lazio si inserisce nella lotta scudetto e la Juventus si prende la vetta

Serie A: la Lazio si inserisce nella lotta scudetto e la Juventus si prende la vetta Pagina ufficiale facebook Juventus
Settimana di incroci nella Serie A fra la fine della sedicesima giornata di Serie A conclusa lunedì 16 dicembre con il posticipo Cagliari-Lazio, l’inizio della 17esima ed il recupero della settima.

La partita in Sardegna, posticipo del turno 16 di campionato, ha avuto come vincitrice la Lazio di Simone Inzaghi che in rimonta si aggiudica i 3 punti. Il 2 a 1 finale è maturato nei minuti di recupero del secondo dopo che il primo è stato tutto rossoblu con la rete di Simeone e tante altre occasioni per i padroni di casa sventato da un perfetto Strakosha. Nella ripresa sale in cattedra Milinkovic-Savic accentratore di gioco dei biancocelesti ma la rete del pareggio arriva al 93esimo grazie ad uno dolorante Luis Alberto che indovina l’angolo giusto con un destro chirurgico. Al 98esimo il goal vittoria arriva con l’uomo della zona Cesarini in casa Lazio, Felipe Caicedo che di testa fa esultare il popolo biancoceleste.

Vittoria che proietta la Lazio sempre più nella lotta scudetto, in cui l’Inter frena e la Juventus accelera.

Con la vittoria di domenica contro l’Udinese per 3 a 0 (doppietta di Cristiano Ronaldo e goal di Bonucci) e la vittoria nell’anticipo della 17esima giornata per 2 a 1 (reti di Dybala e Cristiano Ronaldo) contro la Sampdoria la Juventus di Sarri volta in testa alla classifica. Due vittorie nette dei bianconeri senza storia con Cr7 protagonista assoluto con una rete fantastica da campione assoluto a Marassi, grazie ad uno stacco imperioso, un gesto atletico pregevole che quasi mette in secondo piano la rete, molto bella, di Dybala. Serata di vittoria a Genova e di traguardi importanti per Buffon, infatti il portiere italiano classe 1978, con la partita di Marassi ha raggiunto Paolo Maldini nella classica delle presenze in Serie A, alla quota di 647 presenze.

L’Inter in attesa di giocare la sua ultima partita del 2019, a Firenze nel 16esimo turno pareggia per 1 a 1 subendo l’aggancio bianconero in vetta e successivo sorpasso. Contro la Fiorentina l’Inter non gioca una buona partita, la stanchezza è evidente negli uomini di Conte e la rosa corta, causa numerosi infortuni, si fa sentire. Nonostante tutto in una delle pochissime azioni degne di nota dei nerazzurri, l’Inter trova il vantaggio con l’ex Borja Valero. Il goal arrivato nelle prime battute sembra mettere la partita in discesa ai nerazzurri ma la Viola prende in mano il match per lunghi tratti, e solo uno strepitoso Handanovic tiene l’Inter in partita. Lukaku in contropiede e in mischia potrebbe chiudere i conti ma si fa murare dal portiere avversario durante il recupero al 92esimo, un errore di Godin apre le porte a Vlahovic e l’attaccante viola male ostacolato da Skrniar disegna col sinistro una traiettoria imparabile che beffa Handanovic e fa impazzire l’Artemio Franchi. 

Continua a vincere la Roma, a farne le spese è la Spal. All’Olimpico la partita termina 3 a 1 per i giallorossi che dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio per via di un rigore realizzato da Petagna, nella ripresa ribaltano il risultato grazie all’autorete di Tomovic, al rigore realizzato da Perotti e alla rete di Mkhitaryan.

Si blocca il Milan nel giorno della festa dei 120 anni della società, che a San Siro contro il Sassuolo fa 0 a 0, al termine di una bella partita ricca di occasioni da una parte e dall’altra. 

La prima di Gattuso sulla panchina del Napoli dopo l’esonero di Ancelotti, è da incubo. I partenopei perdono al San Paolo contro il Parma per 2 a 1 in una partita specchio della stagione azzurra. Kulusevski apre le marcature al quarto minuto sfruttando un errore grave di Koulibaly, costretto al cambio per infortunio. Il Napoli reagisce ma senza troppa lucidità, che arriva solo nella ripresa con l’ingresso di Mertens che pennella sulla testa di Milik un pallone perfetto che il polacco spedisce in rete. I partenopei provano il forcing nel finale ma una scivolata di Zielinski regala il contropiede emiliano negli ultimi istanti di partita, che Gervinho conclude in rete regalando alla sua squadra i tre punti al 93esimo.

Mercoledì 18 dicembre 2019 si è giocata anche la partita Brescia-Sassuolo, partita valida per la settima giornata di Serie A. Il match è terminato 0 a 2 per i neroverdi di De Zerbi. 

Questi i risultati della 16esima giornata di Serie A: Brescia-Lecce 3-0; Napoli-Parma 1-2; Genoa-Sampdoria 0-1; Verona-Torino 3-3; Juventus-Udinese 3-0; Bologna-Atalanta 2-1; Milan-Sassuolo 0-0; Roma-Spal 3-1; Fiorentina-Inter 1-1; Cagliari-Lazio 1-2.

Questi risultati del recupero della settima giornata: Brescia-Sassuolo 0-2.

Questo il risultato dell’anticipo della 17esima giornata: Sampdoria-Juventus 1-2.

Questa la classifica della Serie A aggiornata al 17esimo turno: Juventus 42 (una partita in più), Inter 39; Lazio 36; Roma 32; Cagliari 29; Atalanta 28; Parma 24; Napoli, Torino e Milan 21; Sassuolo, Bologna Verona 19; Fiorentina 17; Lecce, Sampdoria (una partita in più), Udinese 15; Brescia 13; Genoa 11; Spal 9. 

Pubblicato in Sport

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI