Stampa questa pagina

Gli ultimi due spettacoli della rassegna Tales Of Women al Teatro Trastevere

Gli ultimi due spettacoli della rassegna Tales Of Women al Teatro Trastevere
Andranno in scena da venerdì 13 a domenica 15 marzo 2021 al Teatro Trastevere - via Jacopa de Settesoli 3 - a Roma gli ultimi due spettacoli della rassegna “Tales of Women”: “Lui torna sempre” di Andrea Franco e “Synesthesia” di Giuliana Maglia.

La programmazione del Teatro Trastevere, fatta salva la volontà delle compagnie e dei singoli artisti, prosegue regolarmente seguendo le disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020.

Teatro, Danza, performances. Unicamente dedicati al mondo del Femminile.

 

Venerdì 13 e sabato 14 marzo 2020 ore 21.00

Lui torna sempre di Andrea Franco (regia: Monica Falconi, A. Franco; interprete: M. Falconi)

Tutto si svolge all’interno di una piccola stanza. C’è solo una piccola finestra, in alto, e una porta. La protagonista (di cui non conosciamo il nome) è stata chiusa con la forza e un poco alla volta scopriamo il suo passato e in che modo è arrivata lì, il tutto scandito con dei colori di scena che sottolineano gli stati d’animo o i momenti specifici della narrazione. Lei è una ragazza con qualche problema mentale, cresciuta con un padre che non l’ha mai accettata e che ha abbandonato lei e la madre. Per superare le difficoltà la madre finisce col lavorare in strada. Un destino atroce – di cui non conosciamo tutti i dettagli – fa sì che anche la protagonista narrante inizierà contro la sua volontà a prostituirsi.

Lui torna sempre vuole dare corpo e anima a tutte le donne vittime di violenze o di coercizione. Volendo estendere, si rivolge a tutti coloro che ogni giorno subiscono violenze e non riescono ad opporsi. La ragazza narra in prima persona e rivolgendosi alla sua ombra, unica amica nel suo rapimento, le sue paure e fatti anche passati come per rifugiarsi dalla realtà insopportabile che si era trovata costretta a sopportare.

 

Domenica 15 marzo 2020, ore 17.30

Synesthesia, spettacolo di Teatro-Danza (coreografie originali: Giuliana Maglia; interpreti: Maura Armento, Madalina Banescu, Giusy Pizzimenti, Matteo Gentiluomo, G. Maglia; produzione: Compagnia Echoes)

«Ricordare con il cuore, sentire con la pancia, parlare con i gesti, mangiare con gli occhi, toccare con la mente, danzare con l’anima» (da Synesthesia)

Il termine “sinestesia” deriva dal greco “Syn” (“insieme”) e “Aisthànestai” (“percepire”), e il suo significato alla lettera è “percepire insieme”, “sentire insieme”. Infatti la parola sinestesia serve proprio ad indicare un’esperienza di percezione simultanea a livello sensoriale, una commistione di sensazioni generata dall’osservazione della realtà che può comportare confusione, gioia, piacere, paura nel soggetto che la prova. La sinestesia è anche una figura retorica molto utilizzata nella poesia, nella pittura, nell’arte in generale e spesso in maniera inconsapevole anche nella danza. Ed è proprio utilizzando il linguaggio della danza che si vuole raccontare la realtà percepita attraverso la sinestesia, utilizzando sensazioni mescolate, indagando a livello gestuale e di movimento ciò che avviene in una mente che si trova a vivere un’esperienza di sinestesia.

 

Lui torna sempre di Andrea Franco (regia: Monica Falconi, A. Franco; interprete: M. Falconi) e Synesthesia, spettacolo di Teatro-Danza (coreografie originali: Giuliana Maglia; interpreti: Maura Armento, Madalina Banescu, Giusy Pizzimenti, Matteo Gentiluomo, G. Maglia; produzione: Compagnia Echoes), andranno in scena al Teatro Trastevere nell’ambito della rassegna Tales of Women da venerdì 13 a domenica 15 marzo 2020

Letto 383 volte
Pubblicato in Teatro

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI