Stampa questa pagina

Serie A: riparte il campionato, torna la Juventus

Serie A: riparte il campionato, torna la Juventus Pagina ufficiale fb Juventus
Ritorna il campionato di Serie A dopo il lockdown causa Covid-19.

Dopo i recuperi della 25esima giornata (Atalanta-Sassuolo 4-1; Inter-Sampdoria 2-1; Torino-Parma 1-1, Verona-Cagliari 2-1) fra le giornate di lunedì 22 giugno e mercoledì 24 è andata in scena la 27esima giornata del campionato, dove non sono mancate sorprese.

Abolito il fattore pubblico (le partite si disputano tutte a porte chiuse), e con una condizione fisica da migliorare dopo lo stop di 3 mesi, il concetto che nel calcio nulla è scontato si amplifica.

Ecco dunque il Sassuolo (bestia nera dell’Inter) pareggiare nel San Siro nerazzurro per 3 a 3 dispensando bel gioco per il campo, e inchiodando la squadra di Conte in un pareggio che sa tanto di bandiera bianca nella corsa scudetto. L’ex allenatore del Chelsea rimaneggia molto la formazione, causa infortuni e incontri ravvicinati, e pronti via Caputo porta in vantaggio i neroverdi che sfiorano più volte il raddoppio. Inter stanca, ma che nonostante tutto ribalta il risultato all’intervallo grazie al rigore di Lukaku e al goal di Biraghi, spreca l’impossibile (chiedere a Gagliardini), si fa recuperare da Berardi, si riporta in vantaggio con Borja Valero all’86esimo ed infine si fa punire da Magnani all’87esimo. Partita folle, che lascia l’amaro in bocca all’Inter nella corsa al tricolore e quel senso di incompletezza che da anni aleggia sui nerazzurri.

Si lecca le ferite pure la Lazio, antagonista numero uno della Juventus, che cade dopo 21 risultati utili consecutivi contro l’Atalanta per 3 a 2. Grande rammarico per Inzaghi, con i suoi avanti di due reti (autogoal di De Roon e perla dalla distanza di Milinkovic-Savic) e padroni del campo per i primi 37 minuti del match. Dal 38esimo infatti, rete di Gosesn, in campo c’è solo l’Atalanta che sembra non aver mai staccato la spina durante il lockdown. Forma fisica invidiabile per gli orobici che nella ripresa ribaltano il risultato con uno stratosferico goal di Malinovsky e col il tap in vincente di Palomino bravo a sfruttare l’incertezza di Strakosha. La Lazio paga la coperta corta a disposizione di Inzaghi, situazione che peserà molto nel finale di campionato visto che si giocherà ogni tre giorni; al contrario l’Atalanta mette in mostra una buona condizione fisica e una rosa ampia e di qualità.

Sorride dunque la Juventus che allunga sulle dirette avversarie vincendo per 2 a 0 a Bologna. Decisivi CR7 su rigore e Dybala (autore di un gran goal), ma il migliore in campo è Bernardeschi. Non ancora una bella Juventus, ma che torna a vincere (che è l’unica cosa che conta) e a far goal. Dopo le brutte prestazioni in Coppa Italia e la sconfitta in finale, la Juventus torna a splendere nel suo habitat naturale, il campionato. 

Menzione speciale per Edin Dzeko, attaccante e capitano della Roma. Il centravanti bosniaco con la doppietta (di pregevole fattura) contro la Sampdoria, non solo permette ai suoi di vincere la partita (2-1 per i giallorossi) ma tocca quota 104 goal in maglia Roma agganciando Manfredini al quinto posto della classifica marcatori All-time della società capitolina.

In Genoa-Parma, partita terminata 1-4, il centravanti dei ducali Cornelius ha realizzato la sua seconda tripletta stagionale, entrambe realizzate al Grifone. L’attaccante danese entra nella storia della Serie A perché eguaglia Hamrin (Padova, 1957/58) e Borriello (Genoa 2007/08) nel segnare tre o più goal alla stessa squadra sia all’andata che al ritorno. E cosa ancora più curiosa, è che in tutti i casi il protagonista è stato il Genoa con le triplette subite da Hamrim e Cornelius, mentre Borriello le ha realizzate con la maglia genoana. Infine, ultima curiosità del match, Kulusevski segnando l’ultimo goal dei ducali alle 23.30 ha realizzato la rete arrivata più tardi nella storia della Serie A, fino ad adesso (infatti gli orari delle partite sono cambiati, con i match notturni che iniziano alle 21.45).

Questi tutti i risultati della 27esima giornata di Serie A: Fiorentina-Brescia 1-1; Bologna-Juventus 0-2; Lecce-Milan 1-4; Genoa-Parma 1-4; Verona-Napoli 0-2; Torino-Udinese 1-0; Spal-Cagliari 0-1; Inter-Sassuolo 3-3; Roma-Sampdoria 2-1; Atalanta-Lazio 3-2.

Questa la classifica aggiornata al 27esimo turno di campionato: Juventus 66; Lazio 62; Inter 58; Atalanta 54; Roma 48; Napoli 42; Parma e Milan 39; Verona 38; Cagliari 35; Bologna 34; Sassuolo 33, Fiorentina e Torino 31; Udinese 28; Sampdoria 26; Lecce e Genoa 25; Spal 18; Brescia 17.

Pubblicato in Sport

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI