Stampa questa pagina

Venezia 78, presentazione Visioni Corte 2021 all’Ente Spettacolo

Venezia 78, presentazione Visioni Corte 2021 all’Ente Spettacolo
Sabato 4 settembre alle ore 12:30, presso lo Spazio Ente dello Spettacolo all'Hotel Excelsior del Lido, in occasione della 78esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, verrà presentato il Visioni Corte International Short Film Festival, alla presenza della direttrice artistica Gisella Calabrese e del presidente Giuseppe Mallozzi. 

Giunto alla decima edizione, si svolgerà dal 18 al 25 settembre presso il Cinema Teatro Ariston di Gaeta. Il concorso, articolato in cinque sezioni competitive e due non, è indirizzato a tutti gli autori e i registi di cortometraggi indipendenti con l'obiettivo di diffondere il talento di tanti giovani e meno giovani che si appassionano al mondo cinematografico, abbracciando ambiti diversi, per consentire libertà di interpretazione e creatività degli autori emergenti.

La decima edizione sarà dedicata a Vittorio De Sica, maestro del Neorealismo italiano. Nel 120° anniversario della nascita, il grande regista e attore, nato il 7 luglio del 1901 a Sora nel frusinate, sarà al centro di una mostra fotografica che racconterà la sua vita privata e professionale, grazie alla collaborazione con l’Archivio Riccardi.

L’edizione numero 10 del festival del sud Lazio, con la direzione artistica di Gisella Calabrese, prevede 106 opere finaliste provenienti da 37 nazioni: 72 cortometraggi in concorso e 34 per le sezioni non competitive. Le sezioni in gara sono CortoFiction Italia, CortoFiction international, CortoAnimation, CortoDoc, alle quali si è aggiunta Kiddos, dedicata prettamente a bambini e adolescenti protagonisti con storie tutte diverse tra loro e spesso difficili. Le due sezioni non competitive sono Germogli di Cinema, composta da cortometraggi considerati innovativi e meritevoli di interesse ed estremamente particolari, e Meridiani, un focus dedicato a cortometraggi provenienti da un singolo Stato che quest’anno sarà dedicato alla nazione Iran.

Una programmazione che darà tanto spazio ai generi cinematografici ma anche tanta commedia e un’attenzione particolare a tematiche attuali come i diritti umani, identità sessuale, diritto all’infanzia, rapporti familiari e la guerra. Le opere saranno fruibili anche su piattaforma web, come l’anno scorso, per raggiungere un pubblico più vasto.

Anche quest’anno ampia presenza di registe donne, ben 68, andando a superare ampiamente il record dello scorso anno. E nel segno delle donne è anche l’immagine scelta per il manifesto della decima edizione, un disegno originale dell’artista Mirka Perseghetti dal titolo “Il Cinema ci illumina” che vuole essere un buon auspicio dopo questo lungo periodo di privazioni e chiusure dovute all’emergenza sanitario Covid-19.

 

Pubblicato in Cinema

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI