Stampa questa pagina

La mostra fotografica Cento anni (più uno) per Giulietta inaugurata a Spazio5

Riccardi, Fellini e Mastelloni Riccardi, Fellini e Mastelloni Foto M. Paoloni © AGR
Si è svolta martedì 22 febbraio 2022 presso Spazio5 - via Crescenzio 99/d, a pochi metri da piazza del Risorgimento - l’inaugurazione della mostra fotografica “Cento anni (più uno) per Giulietta”, a cura dell’Archivio Fotografico Riccardi.

Alla serata in ricordo della grande attrice hanno partecipato, oltre al padrone di casa Maurizio Riccardi, la nipote di Federico Fellini, Francesca Fabbri Fellini, Liana Orfei con il marito Paolo Prestipino, Fulvio Abbate, Leopoldo Mastelloni, il pittore Sandro Trotti, il Segretario Generale della Fai Cisl Onofrio Rota, il Presidente del Premio La Pellicola d'oro Enzo De Camillis, il presidente di Roma BPA Paolo Masini, il regista Pascal Delfa, e Padre José-Apeles Santolaria de Puey y Cruells.

Infatti 21 febbraio del 2021 ricorreva il centenario della nascita di Giulietta Masina, ma a causa delle restrizioni connesse all’emergenza sanitaria Covid-19, gran parte dei festeggiamenti erano stati annullati e distanza di un anno Archivio Riccardi e l’associazione Quinta Dimensione la ricordano con una mostra fotografica di Carlo Riccardi.

«Charlie Chaplin dopo aver visto La strada le disse: “Lei è Charlot donna”», racconta Francesca Fabbri Fellini, nipote di Federico e grande amica e sostenitrice dell’Archivio Riccardi, «che per la zia Giulietta resterà il complimento più bello che lei abbia mai ricevuto in tutta la sua lunga carriera»

Giulietta Masina infatti non è stata solo la moglie e la musa di Federico Fellini, ma anche una fra le attrici più talentuose e premiate della storia del cinema mondiale, diretta dai maggiori registi italiani e stranieri. Fra tutti ricordiamo Roberto Rossellini (Paisà - 1946); Alberto Lattuada (Senza pietà -1948), Luigi Comencini (Persiane chiuse - 1951), Carlo Lizzani (Ai margini della metropoli - 1953), Eduardo De Filippo (Fortunella - 1958), Renato Castellani (Nella città l'inferno - 1959) e, naturalmente, Federico Fellini (Lo sceicco bianco - 1952 -, La strada – 1954 -, Il bidone - 1955 -, Le notti di Cabiria - 1957 -, Giulietta degli spiriti - 1965 -, Ginger e Fred - 1986). Con il suo amato Federico ha vinto due Premi Oscar per La strada e Le notti di Cabiria, che la consacrano nell’Olimpo del cinema.

La mostra fotografica Cento anni (più uno) per Giulietta, rimarrà aperta al pubblico (ad ingresso libero, previa esibizione del green pass rafforzato) fino a sabato  5 marzo 2022 (dal lunedì al sabato, dalle ore 16.00 alle 20.00).