Stampa questa pagina

Concluse in Puglia le riprese di L’estate di Virna di Alessandro Zizzo

Concluse in Puglia le riprese di L’estate di Virna di Alessandro Zizzo foto Fabio Di Pierro
Si sono concluse nel leccese le riprese di “L’estate di Virna”, un cortometraggio scritto e diretto da Alessandro Zizzo ed interpretato da Anna Safroncik e Adelmo Togliani.

Un corto che indaga l’amore fra ragione e sentimento, raccontando dell’eterna diatriba fra cuore e ragione. Va in scena la relazione sentimentale fra la passionale Virna (Anna Safroncik) ed il razionale Giulio (Adelmo Togliani), una coppia che ha una visione diametralmente opposta dell’amore e non senza conseguenze.

«Ho sempre interpretato personaggi completamente opposti al mio carattere e per la prima volta nella mia carriera affronto un ruolo che mi rispecchia perfettamente, per questo ho amato Virna fin da subito», afferma l’attrice Anna Safroncik. «Mi sono riconosciuta nella sua smisurata gioia di vivere e nella sua spasmodica ricerca dell’estate: la stagione delle emozioni forti e delle farfalle nello stomaco mi rispecchia moltissimo. Molti momenti del corto io li ho vissuti davvero. Questo progetto è una bella sfida perché, credetemi, è più difficile interpretare la propria vita che quella degli altri o una immaginaria. Sono felice di mostrare questa parte fragile, ma molto intensa e privata di me».

«Sono felice di tornare in Puglia con il regista Alessandro Zizzo dopo i film La sabbia negli occhi e La morte del sarago», prosegue l’attore Adelmo Togliani, «Questo corto riflette su una grande verità: l’amore è una questione di tempi e vive di fasi. La passione talvolta lascia spazio a momenti più opachi che possono durare anni. Ma quel che conta è crescere insieme e accettare il cambiamento. Non sempre si ha la maturità di comprendere dove la nostra storia d’amore si sta dirigendo. Talvolta, come nel caso dei nostri protagonisti, può essere troppo tardi per capirlo».

Conclude il regista e sceneggiatore Alessandro Zizzo: «Ho scritto L’estate di Virna qualche anno fa, pensando ad una donna intrappolata nella sua bellezza e nella necessità di vivere nella stagione passionale dell’amore. Giulio è l’uomo che le fa capire che l’amore deve essere vissuto anche nelle altre stagioni, quelle che appartengono alla dimensione della razionalità. L’amore è anche un compromesso, ma Virna ci metterà del tempo per comprenderlo. Non ho voluto esprimere un giudizio ma raccontare l’indole di una donna che non cerca compromessi ma nemmeno cede ai rimpianti».

Il film, prodotto da Santa Ponsa Film in collaborazione con CinemETIC, è stato realizzato con il contributo di Regione Puglia a valere su risorse del POR Puglia FESR-FSE 2014/2020 ed il supporto di Apulia Film Commission, di Argos Energy e di Globalservice.

Le riprese di L’estate di Virna, avvenute fra Sava - in provincia di Taranto - e San Cataldo - in provincia di Lecce - si sono avvalse inoltre del supporto tecnico delle aziende pugliesi Acqua Orsini, Ada Suites, Five Motors, Gianfranco Fino Viticoltore, Valentino Caffè e di I-Rent, Alfiere Productions e Bros Group Italia. I costumi di scena sono stati forniti da Stories Milano.

Il cortometraggio sarà distribuito nel 2022 attraverso i più importanti festival nazionali ed internazionali.

 

Pubblicato in Cinema

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da oltre quindici anni, ha lavorato come battitore e segretario di produzione per un documentario su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore e con la Dino Audino Editore. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e collaboratore alle vendite in occasione di presentazioni, incontri, dibattiti e fiere librarie.