AmbriaJazz 2022: al via un weekend all’insegna della buona musica

AmbriaJazz 2022: al via un weekend all’insegna della buona musica foto Marina Magri
Un weekend all'insegna della buona musica con i nuovi appuntamenti di AmbriaJazz 2022.

Venerdì 8 luglio alle ore 21:00 al Funtanèe di Polaggia a Berbenno di Valtellina (SO) con  BARIONDA – Helga Plankensteiner 5T si delinea come uno dei più energici del nostro calendario. Helga Plankensteiner (sax baritono), Massimiliano Milesi (sax baritono), Rossano Emili (sax baritono), Giorgio Beberi (sax baritono), Mauro Beggio (drums)

Il progetto che  Helga Plankensteiner porta in Valtellina grazie ad AmbriaJazz è nato con l'idea di rivalutare il repertorio dei grandi baritonisti del jazz come Gerry Mulligan, Pepper Adams, Harry Carney, Serge Chaloff, Gary Smulyan ed altri. Dal vivo questa musica si libera con un’energia deflagrante grazie alla potente e raffinata esuberanza dei sassofonisti. Fra i brani del repertorio vi sono delle composizioni fortemente caratterizzate dal suono del baritono come Moanin di Charles Mingus. C è spazio anche per brani originali composti dai membri del gruppo.  La peculiarità della formazione è la presenza di quattro sax baritoni e una batteria. Il primo disco del gruppo esce nel 2022 su etichetta Jazzwerkstatt di Berlino.

I baritonisti che finora hanno partecipato a questo progetto sono Javier Girotto, Florian Bramböck, Klaus Dickbauer, Nikolaus Leistle, Massimiliano Milesi, Giorgio Beberi, Rossano Emili e Stefano Menato.

Helga Plankensteiner ha studiato Sassofono classico con Florian Bramböck al Conservatorio di Innsbruck e Jazz al Conservatorio di Trento. Ha inoltre frequentato numerosi workshop jazz con, fra gli altri, Dick Oats, Steve Slagle, Gary Bartz, Bobby Watson, Bob Bonisolo, Heinrich von Kalnein e Sandro Gibellini. Nel 1994 fa esperienza teatrale come cantante nella Dreigroschenoper di Merano, Rocky Horror Show di Bolzano. Musica teatrale per lo Stadttheater Brunico (Medea, From Now). Ha lavorato come sassofonista nel Teatro Comunale di Bolzano (Kiss me Kate, The Threepenny Opera, Cabaret) e realizzato workshop per Big Band con l'Orchestra Laboratorio di Trento.

Helga suona in numerosi festival jazz in Italia e all'estero, tra cui il Nice Jazz Festival, Verona Jazz, Alpentoene (CH), Kraków Jazz Festival, Gdansk (PL), San Sebastian (E), Alpenjazz Festival (D), Bucharest Jazz Festival (RO), Veneto Jazz, Villa Celimontana Roma e molto altro.

Sonorità internazionali in un contesto rurale, quello del funtanèe di Polaggia a Berbenno di Valtellina, un antico lavatoio quindi, luogo storico di lavoro domestico e incontro, nelle dinamiche ormai arcaiche di un piccolo paese di montagna, diventa scenario attrattivo e luogo di aggregazione per questo terzo appuntamento di #AmbriaJazzArmonia2022 anche grazie ad un lavoro di “riqualificazione urbana” operata nei giorni scorsi dagli stessi abitanti del Comune di Berbenno di Valtellina che hanno lavorato per risistemare il selciato e ripulire un luogo simbolo di un passato identitario.

L’evento si svolge in collaborazione con il Comune di Berbenno di Valtellina e la Biblioteca “G.B. Noghera” che si fa sostenitrice del progetto “Germogli Sonori” , laboratori gratuiti di musica e gioco, promossi da AmbriaJazz per bambini di età compresa fra i sei e gli undici anni.

 

Sabato 9 luglio alle ore 18:00 a Poggiridenti nella Piazza della Torre dei Da Pendolasco ascolteremo  MUD PIE - Marta Colombo 4T. Marta Colombo (voce, percussioni), Alex Stangoni (cigarbox guitar e dobro), Nicola Rizzi (armonica), Sebastiano Ruggeri (batteria).

La musica del progetto MUD PIE ha radici nel lontano Mississippi con un blues essenziale e dai forti tratti comunicativi che viene arricchito da ingredienti quali l'elettronica, la musica africana, il jazz, il rock e le sonorità europee. “Mud” significa fango, miscela, unione, fusione.

MUD PIE come  l’antica torta al cioccolato originaria del Mississippi, luogo natio di sonorità foriere di una lunga progenie di musicisti e tutt’ora luogo evocativo e attrattivo dal quale scaturisce anche il denominatore comune del progetto MUD PIE.  Musicisti con percorsi e sonorità differenti che trovano il filo logico del loro pensiero nel blues, nel jazz e nelle profonde influenze africane.

Marta Colombo 4T  e i loro scambi di forma libera fra blues, jazz, elettronica, rock e suoni provenienti dal continente africano saranno preceduti dalla performance musicale itinerante  dei bambini di “Germogli sonori”.

Alle ore 16:30 nella Piazza del Buon Consiglio a Poggiridenti si esibiranno i bambini che hanno partecipato, al laboratorio di musica e gioco Germogli Sonori (partito lo scorso 17 giugno e che proseguirà fino a sabato 9 luglio) promosso da AmbriaJazz con il sostegno della Fondazione PROVALTELLINA e la collaborazione della Biblioteca e del Comune di Poggiridenti. Gli incontri sono stati coordinati dal musicista Andrea Murada, il quale, nel corso delle otto lezioni previstem, ha guidato e formato i ragazzi che condurranno i laboratori dei Germogli Sonori previsti in concomitanza con le altre date dei concerti del Festival #AmbriaJazzArmonia2022 nel fine settimana ( l’8 luglio a Berbenno di Valtellina e il 10 luglio a Bianzone)

Sarà pertanto il weekend dei “Germogli Sonori”, germogli che in senso metaforico il Festival #AmbriaJazzArmonia2022 intende coltivare in un rapporto di crescita e scambioftra bambini e adulti  e l’intera comunità valligiana.

In caso di pioggia gli eventi si svolgeranno presso il Salone parrocchiale San Fedele, sempre a Poggiridenti.

 

Domenica 10 luglio alle ore 18:00 presso la Tenuta La Gatta di Bianzone ascolteremo Renacerò - Ugo Viola 6T. Ugo Viola (fisarmonica), Marco Viola (violino), Valentina Fornero (violoncello), Valerio Signetto (saxofono clarinetto), Giuseppe Calvagna (contrabbasso), Maurizio Fornero (pianoforte).

Renacerò è il titolo di una delle ultime composizioni di Astor Piazzolla (del quale lo scorso 4 luglio ricorreva il trentennale della scomparsa); «rinascerò», ed è diventato il nome di un gruppo che ha riversato vera passione per il mondo del tango, del “Nuevo Tango” e per l’artista argentino fin dal primo concerto dedicato alla sua memoria (nel 1992, quando “il maestro” scomparve). I RENACERO,’ attraverso l’originale sguardo di un gruppo cameristico, rielaborano la musica di Astor Piazzolla, l’esponente più colto e raffinato del tango argentino e lo fanno, nelle loro eterogenee componenti timbriche e strumentali, restituendo la grandezza dell’Autore.

L'originaria e comune passione di sei musicisti proveniente da esperienze musicali differenti e si è via via trasformata in ricerca e studio approfondito delle origini e dell’evoluzione del tango per affrontare la produzione di Piazzolla con una consapevolezza decisamente autorevole. L'attenzione è rivolta in modo particolare alle composizioni dell'ultimo periodo nelle quali il musicista argentino sperimentava i mezzi espressivi più audaci, creando un tango non più e non soltanto in funzione della danza, ma vivo di per sé e portatore di un valore intrinseco.

Il contesto è quello della Tenuta La Gatta, edificio cinquecentesco incastonato fra ettari di vigneti sul versante retico valtellinese. Uno scenario imperdibile fra terrazzamenti, note tanniche e sonorità jazz.

Durante e prima del concerto i visitatori/visitatrici avranno la possibilità di acquistare dei calici di vino e visitare la cantina.

 Piace l'invito del Festival #AmbriaJazzArmonia2022 che esorta il pubblico a mettere in pratica comportamenti green promossi da AmbriaJazz quali #jazzcamminante scegliendo quindi una mobilità sostenibile e promuovendo consuetudini suggerite dall’utilizzo di fonti di energia rinnovabile, di auto elettriche, evitando gli sprechi energetici e ottimizzando i consumi necessari anche attraverso il carpooling; si invita inoltre a limitare al minimo l’utilizzo della plastica ed a tener conto di tutte le altre pratiche volte a limitare gli esiti del cambiamento climatico.

 www.ambriajazzfestival.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Musica

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.