Anabolizzanti: più muscoli ma meno memoria

Anabolizzanti: più muscoli ma meno memoria
Le persone che usano gli steroidei per incrementare la massa muscolare e le performance sportive tendono ad avere problemi di memoria.

In alcuni specifici sport, un esempio classico è il body-building, è di uso piuttosto comune assumere gli steroidi androgeni anabolizzanti, sostanze chimiche che permettono di aumentare l’anabolismo  stimolando la formazione di molecole complesse a partire da molecole semplici.

Il Dr. Tom Heffernan, del Dipartimento di Psicologia della Northumbria University, ha studiato gli effetti a lungo termine sulla memoria derivanti dall’uso di dosaggi elevati degli steroidi androgeni anabolizzanti, esaminando 100 uomini di età compresa tra i 18 e i 30 anni che ne facevano un uso regolare.

Il 39% di questi sportivi presentava dei deficit nelle funzioni della memoria prospettica, cioè nel cercare di ricordare qualcosa che è stata pianificata per il futuro, come ad esempio pagare una bolletta che sta per scadere o assumere farmaci ad un certo orario. Nel 28% dei casi sono stati riscontrati anche problemi nella memoria retrospettiva, cioè nel rievocare le memorie passate di eventi già accaduti. Il 32% di coloro che assumevano gli steroidi, rispetto a coloro che non ne facevano uso, mostravano compromissioni nelle funzioni mentali esecutive, cioè l’insieme di quei processi cognitivi che aiutano una persona a dedicare l’attenzione, coordinare le informazioni, pianificare ed compiere compiti. Tali funzioni, quando compromesse sono alla base di confusione e di una scarsa pianificazione delle proprie azioni.

L’uso non-medico degli steroidi androgeni anabolizzanti ha le sue radici nel 1960, spiega il Dr. Heffernan, quando gli atleti professionisti ei bodybuilder  cominciarono ad assumerli per incrementare la crescita muscolare e la performance sportiva, e a partire dal 1980 il fenomeno ha coinvolto milioni di individui negli ambienti sportivi competitivi, fino a diffondersi anche nei circoli sportivi ricreativi e non competitivi.

“Un uso prolungato nel tempo degli steroidi anabolizzanti ha un impatto significativo sulla memoria quotidiana  e sulla capacità del ricordare, e questo potrebbe influenzare diverse sfere della vita, inclusi aspetti interpersonali, lavorativi, educativi e legati alla salute”. Se si aggiunge che una precedente ricerca condotta dalla Harvard University ha riscontrato deficit nella memoria visuo-spaziale negli abituali consumatori di anabolizzanti, ciò “dovrebbe fornire un impulso a un maggiore lavoro di ricerca in quest’area”.

Fonte: Northumbria University

 

 

Pubblicato in Scienza

Fotonews

ANA presenta I musei di Roma

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI