Fisica, scoperte nuove particelle elementari

Due ricercatori del dipartimento di Fisica dell’Università di Bari hanno scoperto 5 nuove particelle elementari.

Questa scoperta fatta da Antimo Palano e Marco Pappagallo permetterà di comprendere la natura dell’Universo oscura e potranno avere applicazioni tecnologiche in ambito medico.

Le particelle elementari OmegaC sono state scoperte analizzando dei dati raccolti dal 2011 al 2015 da Lhcb, uno dei grandi esperimenti in corso all’acceleratore del Cern di Ginevra.

 

Adesso le particelle permetteranno di scoprire e saperne di più sulla materia e sull’energia oscura che costituiscono il 95% dell’Universo.

Lascia un commento

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
Rimani in contatto con Argpress.
Iscriviti alla nostra Newsletter