Google Science Fair: ora tocca a te cambiare il mondo

Google Science Fair: ora tocca a te cambiare il mondo
È questo lo slogan di Google Science Fair 2015, una competizione scientifica e tecnologica online di livello internazionale per studenti di età compresa tra 13 e 18 anni.

A partire dal 19 Febbraio l’iniziativa, organizzata dal gruppo di Mountain View in collaborazione con LEGO Education, National Geographic, Scientific American e Virgin Galactic,  è segnalata attraverso il classico doodle (una versione modificata del logo di Google che viene visualizzata sulla home page di Google ), che per questa occasione è la classica lampadina rappresentante il sopraggiungere di un’idea geniale.

Per partecipare alla competizione è necessario iscriversi attraverso un account Google. Una volta avvenuta la registrazione, entro il 18 Maggio gli studenti potranno presentare online il proprio progetto, riguardante qualsiasi campo scientifico, dalla biologia alle scienze informatiche, alla robotica fino alle scienze comportamentali e sociali. È possibile partecipare al concorso sia individualmente ma anche come team,  ma è necessario che venga scelto un Responsabile del Team.

Il progetto dovrà essere preparato utilizzando gli strumenti online che Google comunemente mette a disposizione di tutti (Documenti, Fogli, Presentazioni, Drive e Hangouts) e che sono già pensati per incentivare la collaborazione. Facoltativamente il progetto potrà essere correlato da un video su Youtube o da uno slideshow riassuntivo realizzato con Googleslides. Il lavoro dovrà avere la forma di una vera e propria tesina con una domanda/proposta (la questione principale che il proprio lavoro cerca di risolvere), lo stato attuale della ricerca (risultati già raggiunti da altri), le ipotesi di lavoro, il metodo sperimentale o test utilizzato, risultati finali e conclusioni.

I progetti che hanno realizzato i punteggi più alti nella prima valutazione della giuria verranno esaminati a fondo prima dell'annuncio dei 90 progetti finalisti delle diverse aree geografiche. Da quel gruppo, la giuria selezionerà i finalisti tra i primi 20 progetti realizzati in tutto il mondo e i finalisti verranno invitati a Mountain View, California, dove si contenderanno il Primo premio.

I premi in palio includono 100.000 dollari in borse di studio (Il vincitore del Primo premio riceverà una borsa di studio del valore di $ 50.000), programmi di formazione curati da Scientific American e Google, una spedizione alle Galapagos con il National Geographic. Ma anche l'opportunità di incontrare i designer Lego presso la sede centrale in Danimarca, nonché di visitare la nuova navicella spaziale realizzata da Virgin Galactic presso la base Mojave Air and Spaceport.

Pubblicato in Scienza

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI