Calcioscommesse, arrestato il presidente del Catania Antonio Pulvirenti

Calcioscommesse, arrestato il presidente del Catania Antonio Pulvirenti
Continuano gli arresti da parte della Polizia di Stato nell’indagine sul giro delle partite truccate.

A finire in manette questa volta sono il presidente del Catania, Antonio Pulvirenti, il suo vice Pablo Cosentino e l’ex direttore sportivo dei siciliani, Daniele Delli Carri.
La Digos della questura gli ha notificato un provvedimento agli arresti domiciliari per truffa e frode sportiva.  Soldi sporchi per comprare alcune partire del campionato di serie B appena terminato consentendo al Catania di scalare posizioni in classifica e non retrocedere in Lega Pro.
La Polizia sta eseguendo ben 7 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei dirigenti del Catania. L’inchiesta è coordinata dalla Dda di Catania, le perquisizioni a tappeto hanno coinvolto parte della Polizia di Roma, Chieti, Campobasso e Catania.
Oltre al nome del presidente del Catania, del suo vice e dell'ex direttore sportivo gli altri quattro nomi delle persone agli arresti domiciliari sono: Giovanni Luca Impellizzeri, 44 anni, agente di scommesse sportive online; Piero Di Luzio, 51 anni, tesserato del Genoa Cricket and Football Club; Fabrizio Milozzi, 44 anni, di Roma, e Fernando Antonio "Michele" Arbotti, 55 anni, procuratore sportivo fra Serie B e Lega Pro e agente Fifa.
L'operazione, denominata "i treni del gol" vedrebbe coinvolte 5 gare riguardanti tutte il Catania: Varese-Catania 0-3 del 2 aprile 2015; Catania-Trapani 4-1 dell'11 aprile; Latina-Catania 1-2 del 19 aprile; Catania-Ternana 2-0 del 24 aprile; e Catania-Livorno 1-1 del 2 maggio. Accertamenti su Catania-Avellino 1-0 del 19 marzo."Riteniamo che almeno queste 5 partite, forse 6, siano state truccate attraverso il pagamento di denaro" queste le parole di Giovanni Salvi, procuratore della Repubblica di Catania
Un’ondata di calcioscommesse che sembra non terminare più. Club immischiati in giri di affari illeciti, presidenti di società disposti a pagare per accaparrarsi una vittoria ingiusta che di sport non ha davvero nulla.

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Paillettes sorridenti

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI