Cuore granata: il derby torna al Toro

Cuore granata: il derby torna al Toro Foto dal sito www.torinofc.it
Vent'anni dopo il gol del 3 a 2 di Jocelyn Angloma allo Stadio delle Alpi, il Torino torna a vincere il derby della Mole battendo 2 a 1 la Juventus.

Tanti derby combattuti, persi all'ultimo istante come quello dell'andata. Quello di oggi cambia la storia e lo fa regalando forti emozioni.

Primo tempo che vede i granata partire a ritmi frenetici, poi la Juventus esce dal guscio ed inizia a gestire la palla regalando il primo brivido: cross di Pirlo al bacio, Matri, solo in area di rigore, stoppa la palla calciandola alle stelle. La Juventus continua ad attaccare ed un fallo ingenuo di Gazzi regala la "mattonella" ad Andrea Pirlo che al minuto 35' non perdona, traiettoria a giro sopra la barriera e palla nel sacco. Vantaggio Juventus e i fantasmi di un altro derby destinato a concludersi in malo modo, tornano nella mente dei tifosi granata. Quando i minuti di gioco stanno per terminare, un guizzo di Quagliarella regala la prima gioia della giornata ai granata. Saltato Bonucci l'attaccante napoletano mette la palla in mezzo per Darmian che stoppa come un giocatore di parrocchia, la palla però gli rimane tra i piedi, destro secco che trafigge Buffon. All'intervallo è 1 a 1, la partita è ancora tutta da giocare.

Il Torino rientra in campo più determinato, ma la prima emozione la regala sempre Pirlo su punizione: cambia la traiettoria dai 25 metri e cambia anche il risultato, palo pieno. Gol mangiato, gol subito, al derby poi la regola è letale. El Kaddouri punta l'uomo in area di rigore, aspetta la discesa di Darmian e lo serve con un tempismo perfetto. L'esterno sinistro crossa basso in mezzo e trova sul primo palo Quagliarella, che di piatto infila il 2 a 1, esplode l'Olimpico di Torino, esplode il cuore granata. La Juventus non vuole regalare una gioia che aspetta venti anni ma la sfortuna non l'aiuta: pali di Sturaro, su cross da sinistra e Matri su tocco sotto misura. Il Torino fa anche il terzo gol, ma il guardalinee strozza l'urlo di Martinez colto in fuorigioco. Allegri getta nella mischia anche Tevez per dare più grinta e qualità, ma il risultato non cambia più.

Il Torino, con uno scatenato mister Ventura, corona un'ottima annata riportando ai propri tifosi un derby che mancava da troppi lunghi anni. La Juventus con tanti errori in fase difensiva si deve piegare all'entusiasmo e determinazione granata. L'amaro in bocca su questo derby lo lasciano gli atti di violenza fuori lo stadio prima dell'inizio della gara con lancio di oggetti contro il pullman della Juventus e dentro lo stadio, con una bomba carta lanciata dal settore ospiti juventino ai tifosi granata. Dieci i feriti, fortunatamente nessuno grave. Questi gesti si spera vengano puniti per sempre.

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI