Finale di Champions League: a Berlino l'attesa è finita, in campo Juventus e Barcellona

Finale di Champions League: a Berlino l'attesa è finita, in campo Juventus e Barcellona
Un’italiana contro una spagnola si sfidano nella capitale tedesca. A Berlino la posta in palio è altissima, chi vince alza al cielo la coppa della Champions League 2014-2015.

Non c’è stato evento più atteso nelle ultime settimana e ora l’attesa è del tutto finita. Juventus e Barcellona scendono in campo all’Olympiastadion di Berlino, in una notte magica, che decreterà la squadra più forte d’Europa.
I blaugrana al completo, con il tridente d’attacco Messi-Suarez-Neymar, sono pronti a partire all’arrembaggio fin dai primi minuti di gioco. I bianconeri, come espresso nei giorni passati, non scenderanno in campo ricoprendo il ruolo di vittima sacrificale. Il centrocampo schierato con Pogba, Pirlo, Marchisio e Vidal dovrà fungere da colonna portante per portare al trionfo la Juventus. Il marziano Messi fa paura, inutile negarlo, ma la voglia di vittoria è grande in casa bianconera.
Da quattro anni il Barcellona non riesce più ad esultare nella notte calcistica Europea più entusiasmante, quando vinse a Webley 3 a 1 sul Manchester United. Per la Juventus il digiuno è molto più lungo, l’ultimo trionfo risale a 19 anni fa quando all’Olimpico di Roma si impose ai calci di rigore 5 a 3 contro l’Ajax.
A Berlino l’adrenalina è arrivata ai massimi livelli: città e stadio che consegnarono la gloria agli azzurri nel Mondiale del 2006. In quella partita c’erano tre giocatori che oggi a distanza di 9 anni scendono nuovamente in campo per disputare un’altra importante finale: Buffon, Pirlo e Barzagli. Il regista bianconero potrebbe essere arrivato alla chiusura di una grande carriera italiana e vorrebbe congedarsi con una vittoria. Stesso discorso, anche se con dubbi, per Tevez. L’attaccante argentino ha espresso più volte la voglia di finire la carriera nel suo paese nativo.
Dall’altra parte sicuramente sarà l’ultima apparizione di un altro grande centrocampista e bandiera blaugrana, Xavi Hernandez, che ha da poco dato l’addio al club.
Ci sono tutte le carte in regola per assistere ad un grande spettacolo di calcio, con i due attaccanti argentini che potranno fare la differenza nel corso della partita. Ora che l’attesa è finita una sola squadra la spunterà, per poi salire sul tetto più alto d’Europa.

FORMAZIONI FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE

Juventus (4-3-1-2): 1 Buffon, 26 Lichtsteiner, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 33 Evra, 8 Marchisio, 21 Pirlo, 6 Pogba, 23 Vidal, 10 Tevez, 9 Morata. (30 Storari 5 Ogbonna 20 Padoin 27 Sturaro 37 Pereyra 14 Llorente 11 Coman). All. Allegri.

Barcellona (4-3-3): 1 Ter Stegen, 22 Dani Alves, 3 Pique‚, 14 Mascherano, 18 Jordi Alba, 4 Rakitic, 5 Busquets, 8 Iniesta, 10 Messi, 9 Suarez, 11 Neymar. (13 Bravo 15 Bartra 24 Mathieu, 6 Xavi 12 Rafinha 7 Pedro). All. Luis Enrique.

 

Arbitro: Cakir (Turchia).

Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Camera ardente David Sassoli

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI