Finale di Coppa Italia: all'Olimpico torna a giocarla la Lazio.

Finale di Coppa Italia: all'Olimpico torna a giocarla la Lazio.
L'impresa di marca bianconera sembrava aver regalato già tante o troppe emozioni per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Ieri sera al San Paolo invece la Lazio ha bissato la sorpresa dell'incontro del Franchi.

Espugnato l'ambiente partenopeo da un protagonista indiscusso della Coppa Italia degli ultimi anni: Senad Lulic.
La squadra di Mister Poli (vera e propria rivelazione delle panchine italiane) è riuscita a conquistare la finale che si giocherà proprio all'Olimpico di Roma il 7 Giugno 2015 contro la Juventus.

Al contrario di quello che era successo nella partita di martedì sera, in cui la Juventus aveva annientato e ribaltato il match già nel corso del primo tempo con risultato di 0 a 2, quella di ieri sera è stata una vera e propria battaglia condotta con estrema intelligenza dalla squadra biancoceleste.

Primo tempo in cui le squadre si studiano a dovere: il primo grande brivido lo regala Gabbiadini su punizione, palo pieno a portiere battuto. La Lazio risponde con i tiri di Candreva e Parolo con scarsi risultati, squadre nello spogliatoio. 

Secondo tempo più ricco, la Lazio prova a scoprirsi un pò ma sempre con intelligenza cercando il gol che le permetterebbe di passare il turno e cancellare l'1 a 1 dell'andata, il Napoli però ha la prima chance: cross basso di Maggio al 52' su cui Higuain è pronto ad avventarsi, ma Basta salva con un intervento prodigioso in scivolata.
Pochi minuti più tardi stupendo slalom di Klose che poi cade in area di rigore, proteste laziali ma per l'arbitro si continua a giocare.
Al 67' il cambio decisivo che testimonia una stagione perfetta a livello di gestione di gruppo: dentro Lulic fuori Candreva. Il bosniaco ci prova con un colpo di testa a botta sicura, miracolo di Andujar. Sono solo le prove generali: al 79' Anderson agguanta una palla in profondità, entra in area e cross basso al centro, dove c'è pronto proprio Lulic che mette a segno di piatto lo 0 a 1. Non è finita qui: all'88' il neo entrato Insigne sfugge alla difesa laziale entra in area e con un colpo sotto batte anche il portiere, sulla linea di porta però c'è ancora il bosniaco che in scivolata salva un gol fatto e regala la finale alla squadra biancoceleste.

Approdano in finale così le due squadre che stanno onorando più che mai il calcio italiano in questa fase finale del campionato: Lazio e Juventus. Staremo a vedere chi delle due sarà più brava ad alzare la coppa a Giungo.




Pubblicato in Sport
Davide Garritano

Speaker radiofonico e redattore sportivo. Conduce un programma musicale nella web radio, “Radio FinestrAperta”. Ha scritto per il blog d’informazione “Tribuna Italia” e per la testata giornalistica “Roma che verrà”. Il suo motto è : “Perde solamente colui che nella vittoria non hai mai creduto”.

Fotonews

Terza dose di vaccino per Giorgio Parisi

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI