La Juventus vince la Supercoppa italiana

La Juventus vince la nona Supercoppa Italiana della sua storia La Juventus vince la nona Supercoppa Italiana della sua storia Pagina ufficiale fb Juventus
I bianconeri battono per 2 a 0 il Napoli e regalano a Pirlo il primo trofeo da allenatore.

La Juventus alza la Supercoppa italiana al Mapei Stadium vincendo contro il Napoli. La vittoria bianconera è arrivata per 2 a 0 grazie alle reti di Cristiano Ronaldo e Morata. Per la Vecchia Signora si tratta della nona Supercoppa. Primo trofeo da allenatore per Andrea Pirlo, che da calciatore aveva vinto questo trofeo tre volte: nel 2004 col Milan, e nel 2012 e 2013 con la Juventus. 

LA PARTITA

Le due squadre arrivavano alla sfida di Supercoppa con spiriti diversi. I bianconeri per cacciare le critiche dopo la sconfitta contro l’Inter ed il Napoli con entusiasmo dopo il 6 a 0 alla Fiorentina. Ma nonostante questo i primi quarantacinque minuti viaggiano con sostanziale equilibrio. Unico lampo quello di Lozano su cui è bravissimo Szczesny a dire di no. Questa l’unica vera emozione del primo tempo. Nella ripresa sale il ritmo della Juventus, ed il Napoli subisce molto il possesso bianconero abbassando molto il proprio baricentro. Rapace Cristiano Ronaldo che sfrutta una deviazione favorevole di Bakayoko e batte Ospina da pochi passi al minuto 64. La Juve continua a mantenere il possesso e a creare spunti, ma non proprie chiare occasioni da goal. Ma al minuto 80 arriva lo sliding doors del match: Lorenzo Insigne sbaglia calciando largo un calcio di rigore. L’occasione arrivata per fallo di McKennie su Mertens, poteva riaprire la partita, ma l’errore del capitano partenopeo chiude le porte alle speranze napoletane. Nel recupero Szczesny con un grande riflesso evita il goal dopo una deviazione fortuita di un proprio compagno, e sul contropiede Morata fissa il 2 a 0. Una brutta partita, vinta meritatamente dalla Juventus che nel secondo tempo ha legittimato il successo.

I PROTAGONISTI

Szczesny è stato un fattore importante per la Juventus. Il portiere polacco è stato bravo nel primo tempo su Lozano. Molto reattivo nell’evitare un autogoal nel recupero. Per il resto non rischia nulla ma un grande portiere è bravo quando risponde presente nelle poche volte che è chiamato in causa.

Cristiano Ronaldo non gioca la sua miglior partita. Anzi, sembra ancora in ritardo fisico. Ma il portoghese quando si tratta di finali, difficilmente sbaglia. E anche in Supercoppa mette la sua firma con la rete che rompe l’equilibrio. Cannibale.

Insigne è croce e delizia del Napoli. Domenica contro la Fiorentina ha regalato vere e proprie magie, doppietta e assist. Stasera è decisivo ma in maniera negativa. Pesa come un macigno il suo errore dal dischetto che poteva cambiare le sorti della partita.

PRIMO TITOLO PER IL MAESTRO

La prima volta non si scorda mai, e Andrea Pirlo non dimenticherà sicuramente la notte del Mapei Stadium. Nel post gara il tecnico bianconero dichiara: “È una grande gioia, alzare il primo trofeo da allenatore è qualcosa di diverso, è ancora più bello che da giocatore”. Una vittoria che da ossigeno a Pirlo dopo le tante critiche arrivate dopo la sconfitta nel derby d’Italia e per la situazione di classifica non esaltante. Ma le finali non si giocano, si vincono. E il Maestro alla prima occasione non ha sbagliato.

POCA GRINTA GATTUSO

Ci si aspettava di più dal Napoli. Sulla scia della bella vittoria contro la Fiorentina, dalla squadra di Gattuso era legittimo attendersi una voglia maggiore. In realtà il Napoli gioca un sufficiente primo tempo, creando una sola vera nitida occasione con Lozano. Ma nel secondo tempo sparisce dal campo e subisce il palleggio bianconero. Baricentro basso, nessuna ripartenza, nessun respiro dato alla difesa. Ma nonostante questo, in maniera insperata l’occasione per rientrare in partita ci sarebbe. Ma Insigne questa volta sbaglia e condanna il Napoli alla sconfitta.

Pubblicato in Sport

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI