La Roma è in semifinale di Europa League

Dzeko esulta dopo il gol all'Ajax Dzeko esulta dopo il gol all'Ajax Pagina Ufficiale fb Uefa Europa League
La squadra giallorossa continua il suo cammino europeo e approda in semifinale.

La Roma pareggia 1 a 1 contro l’Ajax e approda in semifinale di Europa League. All’Olimpico Brobbey mette paura ai giallorossi, ma il Var e Dzeko fanno esultare Fonseca. La Roma resta l’unica squadra italiana ancora in corsa in una competizione europea. E tre anni dopo l’ultima volta, giocherà una semifinale europea.

LA PARTITA

All’Olimpico si riparte dal 2 a 1 dei giallorossi conquistato in rimonta ad Amsterdam. E le prime occasioni del match sono di marchio Roma: tiro debole di Pellegrini e goal annullato (giustamente) a Veretout. L’Ajax avrebbe bisogno di due goal per passare il turno, ma i pericoli la difesa di Fonseca sono rari. Per i lancieri una manovra lenta, un possesso palla sterile che non crea grattacapi a Pau Lopez. Ma è il portiere giallorosso a mettere in pericolo la proprio porta al minuto tredici. Un errore in fase di impostazione del portiere spagnolo regala il pallone agli attaccanti olandesi e quando Klaassen colpisce a botta sicura a porta sguarnita, è un super Diawara a dire di no. Poco dopo ci prova Tadic, ma il capitano degli olandesi colpisce a salve.

La ripresa vede subito l’Ajax in vantaggio col neo entrato Brobbey. L’attaccante degli ospiti è bravo a superare con un tocco sotto Pau Lopez in uscita, sfruttando un bell’assist arrivato dalla difesa.

Cinque minuti di sbandamento per la squadra di Fonseca che subisce pure il 2 a 0 a firma di Tadic. Ma l’arbitro con l’aiuto del Var, annulla per un fallo su Mkhitaryan ad inizio azione. Scampato il pericolo al minuto 72 la Roma trova il gol del pareggio. Il pallone transita dai piedi di Cristante a quelli di Mkhitaryan che di prima apre il campo a Calafiori. L’esterno scuola Roma mette un pallone nel mezzo, deviato, su cui si avventa Edin Dzeko che da pochi passi batte l’ex Stekelenburg.

Negli ultimi venti minuti la Roma controlla e non rischia nulla. Nelle mischie hanno sempre la meglio, senza affanno i difensori giallorossi. Al triplice fischio di Taylor, è festa giallorossa.

I PROTAGONISTI

Col gol segnato contro l’Ajax, Dzeko sale a quota 30 reti in competizioni europee con la Roma. Non bello come quello segnato al Chelsea ma certamente più pesante. L’attaccante bosniaco nonostante tutte le problematiche di mercato da inizio stagione e i problemi con Fonseca, la perdita dei gradi di capitano, risponde presente. Nei 180 minuti del doppio confronto gioca due ottime partite, condite dal gol che vale la sicurezza della semifinale.

Mkhitaryan dopo la sgambata contro il Bologna torna titolare nella Roma dopo un lungo tempo di stop causa infortunio. Rientro importante per la squadra e si vede nell’azione del gol. Un’apertura geniale che taglia in due gli avversari e riporta tranquillità alla Roma.

OTTIMA PROVA DIFENSIVA

La Roma contro l’Ajax ha messo in campo attenzione, ed una fase difensiva ai limiti della perfezione. La squadra difende bene e toglie spazio fra le linee, e lascia ai lancieri un possesso palla poco pericoloso. La difesa Mancini-Ibanez-Cristante regge bene (unico errore quello sul goal di Brobbey) e fisicamente si mostra superiore agli attaccanti olandesi. Fonseca ha studiato dopo l’andata ad Amsterdam, dove soffrì gli attacchi olandesi. E al ritorno Soffre meno di quanto si pensasse. Il tecnico portoghese conquista la sua prima semifinale europea e risponde così a chi lo vede lontano dalla panchina giallorossa la prossima stagione. In 12 partite in questa Europa League la Roma ha conquistato: 9 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta (ultima partita del girone). Inoltre Fonseca è l’unico allenatore straniero in panchina nelle squadre italiane impegnate in Europa in questa stagione, l’unico ancora in corsa.

SFIDA AMARCORD CON IL MANCHESTER UNITED

In semifinale la Roma affronterà il Manchester United, la squadra favorita per la vittoria finale dell’Europa League. I Red Devils in questa edizione dell’Europa League hanno già affrontato un’italiana, il Milan eliminandolo agli ottavi con una rete di Pogba.

La semifinale fra Roma e United sarà una sfida da amarcord, dal sapore amaro, per i giallorossi.

Le due squadre si sono affrontate in passato per sei volte, tutte in Champions League. Il bilancio è favorevole agli inglesi con 4 vittorie e 1 pareggio. L’unica vittoria della Roma risale ai quarti di andata della Champions 2006/2007 col 2-1 deciso dalla rete di Vucinic. Al ritorno però una delle più grandi sconfitte della Roma in Europa, col il 7 a 1 subito all’Old Trafford. Nella stagione successiva le squadre si affrontarono 4 volte, due nella fase a gironi e poi nuovamente ai quarti dove ebbe la meglio lo United di Ferguson che poi vinse la competizione.

Pubblicato in Sport

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI