Maestro, buona la prima

Andrea Pirla alla prima partita da allenatore Andrea Pirla alla prima partita da allenatore Pagina ufficiale fb Juventus
Il neo tecnico bianconero, alla sua prima esperienza su una panchina, porta subito a casa i tre punti.

“Chi ben comincia è già a metà dell’opera” questo avrà pensato Andrea Pirlo, al termine della sua prima partita da allenatore.  

La Juventus vince e convince ritrovando quell’entusiasmo assente nell’annata sarriana.

Novanta minuti sono pochi per dare già un giudizio sull’operato del campione del mondo 2006, ma sprazzi di bel gioco si sono visti, eccome, nel 3 a 0 rifilato alla Sampdoria.

Pirlo alla sua prima panchina ha mostrato molta elasticità mentale e tattica. Il 3-4-2-1 inziale d’attacco, in fase difensiva diventava un più accorto 4-4-2. Proprio quest’ultimo modulo nella seconda parte della ripresa, è stato adottato anche in fase propositiva, quando le energie fisiche stavano scemando.

“Assomiglia più ad Allegri… quest’anno in fase difensiva ci concentriamo più sugli uno contro uno” dichiara Bonucci, autore del secondo goal, al termine della partita. Parole che già portano a tracciare una linea marcata di differenza rispetto al predecessore Sarri. 

Il match è stato dominato dai bianconeri e sbloccato dal nuovo arrivato Dejan Kulusevski. Il millennial svedese, acquistato a gennaio dal Parma, ha impiegato solo dodici minuti per prendersi la Juve. Il suo mancino preciso, chirurgico scoccato con una semplicità disarmante ha aperto le danze bianconere. Il classe 2000 oltre a mettere in campo tutta la sua tecnica ha dato mostra ai 1000 tifosi presenti allo Stadium anche delle sue straordinarie qualità fisiche. 

Quello che più però ha impressionato della prima Juventus di Pirlo è stato il centrocampo. Punto debole della squadra di Sarri nella scorsa stagione, al debutto contro la Samp il cuore della squadra bianconera ha dato risposte positive. Bene il nuovo arrivato Weston McKennie, una vera piovra il centrocampista texano che ha ricordato per modo di giocare, movenze e tackle un vecchio idolo del centrocampo juventino: Edgar Davids. Rigenerati da Pirlo sia Rabiot sia Ramsey. Il centrocampista gallese arrivato a parametro zero lo scorso anno, con Sarri è stato un corpo estraneo, in questa nuova Juventus ci sta benissimo. Corre e trova corridoi importanti, chiedere a Cristiano Ronaldo autore della terza rete.

Il portoghese, autore della 26esima rete nelle ultime 26 partite, non poteva mancare alla festa bianconera anche se ha sprecato moltissimo e colto pure una traversa. L’intesa con Kulusevski è già ottima e può solo che migliorare.

Altre note: da segnalare la buona prestazione di Gianluca Frabotta, classe 1999, lanciato da Pirlo per sostituire l’infortunato Alex Sandro.

Tanti margini di miglioramento per la Juventus che aspetta ancora il suo numero nove e non solo. Tramontato definitivamente, stando alle dichiarazioni del ds Paratici, resta viva la candidatura di Dzeko. Il bosniaco 34enne della Roma, che ricorda come gioco Benzema, sarebbe il partner ideale da affiancare a Cr7. Tutto però non si sblocca causa Milik che prende tempo e non firma con la società capitolina. Importante sarà anche il ritorno dopo l’infortunio del numero 10 bianconero: Dybala.

In conclusione, buona Juventus nonostante l’avversario non troppo provante e pericoloso solo nel finale.

Da seguire con attenzione i prossimi due impegni contro la Roma prima ed il Napoli dopo, banchi di prova di spessore per il Maestro e la Vecchia Signora.

Pubblicato in Sport

 


 

Agrpress

AgrPress è una testata online, registrata al Tribunale di Roma nel 2011, frutto dell’impegno collettivo di giornalisti, fotografi, videomakers, artisti, curatori, ma anche professionisti di diverse discipline che mettono a disposizione il loro lavoro per la realizzazione di questo spazio di informazione e approfondimento libero, autonomo e gratuito.

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni quali cookie su un dispositivo (e/o vi accediamo) e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo, per personalizzare gli annunci e i contenuti, misurare le prestazioni di annunci e contenuti, ricavare informazioni sul pubblico e anche per sviluppare e migliorare i prodotti. Accettando o continuando a navigare su questo sito con la tua autorizzazione noi e i nostri fornitori possiamo utilizzare tali dati. MAGGIORI INFORMAZIONI